VIDEONEWS & sponsored

(in )

COMITATO NON ULTIMI * AMMINISTRATIVE 2020 – DOPPIA PREFERENZA DI GENERE: « L’11/9 ALLE 11.30 LA CONFERENZA STAMPA A TRENTO “LIBER CAFE“ PIAZZA DANTE, PRESENTE STEFANIA CAVAGNOLI »

Il CODICE DEGLI ENTI LOCALI DELLA REGIONE AUTONOMA TRENTINO-ALTO ADIGE, agli articoli 265 e 266 prevede, per la Provincia di Trento, di esprimere due voti di preferenza per candidati alla carica di consigliere comunale della lista prescelta.

Tale previsione è valida per tutti i Comuni della Provincia di Trento, a prescindere dal numero di abitanti.

La norma non prevede la cosiddetta preferenza di genere, si può dunque esprimere la preferenza per due candidati del medesimo sesso.

Eppure quasi tutte le leggi elettorali prevedono ormai la doppia preferenza di genere, la possibilità di votare una donna e un uomo, qualora si decidesse di esprimere due voti di preferenza.

Attualmente le Sindache del Trentino sono solo il 14,4% del totale dei Sindaci, mentre le Consigliere Comunali sono meno del 22%

Le prossime elezioni comunali vedono schierati ben 290 candidati Sindaco e solo 50 candidate Sindaca, poco più del 17%.

Questi dati confermano che la parità è ancora molto lontana dall’essere raggiunta e senza una norma che aiuti il riequilibrio della rappresentanza, ci vorranno davvero molti decenni per ottenerla.

Il Comitato non Ultimi monitorerà la composizione delle Giunte Comunali e le nomine di competenza dei Comuni, verificando il rispetto del principio di pari opportunità.

È questo il motivo per cui invitiamo ad esprimere la doppia preferenza di genere, a votare una donna e un uomo.

Interverrà Stefania Cavagnoli della Commissione Pari Opportunità della Provincia di Trento.

 

*

Comitato Non Ultimi