VIDEONEWS & sponsored

(in )

COLDIRETTI * SAN VALENTINO: « SONO 100MILA GLI INNAMORATI CHE HANNO SCELTO DI MANGIARE IN AGRITURISMO NEL FINE SETTIMANA, ORA SERVE IL VIA LIBERA ALLA RIAPERURA SERALE NELLE REGIONI GIALLE »

Sono oltre 100mila gli innamorati che hanno scelto di mangiare in agriturismo nel fine settimana di San Valentino che ha fatto registrare un vero e proprio boom di prenotazioni per passare qualche ora in campagna lontani dall’affollamento della città e dallo stress da pandemia.

E’ quanto emerge da un monitoraggio della Coldiretti sulle strutture agrituristiche di Campagna Amica sulle quali ha comunque pesato la chiusura di oltre 11mila strutture fuori dalle zone tra le quali Trentino Alto Adige e Toscana che sono a livello regionale le regioni piu’ rilevanti per l’attività agrituristica.

In molti peraltro – sottolinea la Coldiretti – hanno scelto di fare una breve fuga di amore con pernottamento per l’intero weekend o per il solo pranzo nell’impossibilità di fermarsi a tavola solo per tradizionale cena romantica.

Si tratta – sottolinea la Coldiretti – di una boccata d’ossigeno importante per gli agriturismi italiani che sono stati il settore più colpito dalla pandemia che ha messo a rischio – sottolinea Coldiretti –un sistema di servizi, ospitalità e agri ristorazione leader a livello mondiale che può contare su 24576 strutture con 493319 posti a tavola e 285027 posti letto e che prima della pandemia realizzava un fatturato annuo di 1,5 miliardi di euro grazie a poco più di 14 milioni di presenze, delle quali ben 8,2 milioni provenienti dall’estero.

Gli agriturismi, spesso situati in zone isolate in strutture familiari con un numero contenuto di posti letto e a tavola e con ampi spazi all’aperto, sono forse – sottolinea Coldiretti – i luoghi più sicuri perché è più facile garantire il rispetto delle misure di sicurezza per difendersi dal contagio fuori dalle mura domestiche.

Per questo il prossimo passo deve essere la possibilità in zona gialla di apertura serale – continua la Coldiretti – anche alla luce del progredire delle vaccinazioni e delle importanti misure di sicurezza adottata, quali il distanziamento dei posti a sedere facilmente verificabile, il numero strettamente limitato e controllabile di accessi, la registrazione dei nominativi di ogni singolo cliente ammesso. La possibilità di apertura serale a cena – conclude la Coldiretti – vale l’80% del fatturato di ristoranti, pizzerie ed agriturismi.