VIDEONEWS & sponsored

(in )

CIVETTINI* TESTIMONIALS PER IL VACCINO ANTINFLUENZALE: QUALI I CRITERI DI ACCESSO, COSTI ED ESENZIONI?

Non si discute la promozione vaccinale relativa al vaccino antinfluenzale, quanto piuttosto la scelta dei testimonials che sono stati esibiti quasi fossero degli opinion leader, quando sono invece dei semplici eletti o con incarichi dirigenziali all’interno della Provincia di Trento o di aziende da questa controllate.

I destinatari del vaccino specifico, sono, come scritto nel sito dell’APSS di Trento sono i seguenti

• Persone di età pari o superiore ai 65 anni

• Bambini di età superiore ai 6 mesi e adulti affetti da malattie a rischio secondo Circolare Ministeriale

• Donne nel 2° o 3° trimestre di gravidanza

• Medici o personale sanitario di assistenza

• Contatti e familiari di soggetti ad alto rischio

• Addetti ai servizi pubblici e precisamente forze di Polizia e Vigili del fuoco

• Personale che per motivi occupazionali, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani

Ciò detto, solo per le persone appartenenti alle categorie sopra indicate, la vaccinazione è gratuita.

Ora, a fronte delle rispettabilissime scelte editoriali, chiaro che dal punto di vista politico si sia voluto dar corso a questa che ci si permette di dire forzatura della comunicazione poiché, avrebbe avuto più effetto comunicare alle categorie, attraverso immagini che cogliessero il momento della vaccinazione, con testimonial diretti che fossero contemplati e appartenenti nelle categorie stesse con l’effetto di avere un effetto diretto presso la platea dei direttamente interessati.

Ma di più-e lo si chiede correttamente senza anticipare giudizi avventati e fuori luogo-se non sia il caso, visto quanto documentato sulla stampa locale dai testimonial voluti, se il personale sanitario che di fatto inocula il vaccino, debba essere fornito di appositi guanti protettivi, onde evitare spiacevoli possibili conseguenze.

Se questo non fosse necessario, ci si chiede come mai la prassi non lo preveda e se invece i protocolli già lo dovessero prevedere, come mai solo con la “crema” politica istituzionale, non si siano usati. Altresì interessante sarebbe sapere quanto costi all’Azienda sanitaria il vaccino stesso e quanto sia il costo per il cittadino non esente, vista la chiarezza delle categorie escluse dall’addebito.

Tutto ciò premesso
Il sottoscritto Consigliere
interroga

Il Presidente della Giunta provinciale e l’Assessore provinciale competente per sapere:

 

• Se, nella libertà editoriale e dunque di scelta di ogni testata, la scelta dei testimonials che è apparsa fotograficamente in tutti i quotidiani locali, con camicia sbracciata e ago in azione su figure apicale della politica trentina e dirigenti di aziende pubbliche, sia frutto di una iniziativa giornalistica o di una conferenza stampa mitrata, scelta dalla Giunta e dall’azienda sanitaria per sollecitare le vaccinazioni antinfluenzali;

• Qualora fosse stata una scelta politica di comunicazione, se non sarebbe stato opportuno veicolare un percorso di comunicazione incentivante, coinvolgendo i sopra richiamati target di popolazione, magari chiedendo disponibilità a rappresentanti di categorie dove l’accesso al vaccino è gratuito;

• Quali siano i costi per i non esenti o il ticket di accesso al vaccino antinfluenzale e quale sia la platea degli esenti, ma soprattutto, quale la comunicazione attivata presso gli interessati o i potenziali utenti;

• Quali siano i protocolli comportamentali per il personale medico che materialmente inocula il vaccino e se, tra l’altro, sia consigliato od obbligatorio, l’utilizzo di adeguati guanti onde evitare incidenti di percorso di qualsiasi genere.

A norma di regolamento si richiede risposta scritta.