VIDEONEWS & sponsored

(in )

CISL – UIL TRENTINO* VERTENZA SAIT: INTERROTTA LA TRATTATIVA PER LA RIDUZIONE DEGLI ESUBERI

Interrotta la trattativa per la riduzione degli esuberi nel Consorzio Sait. A fronte della dichiarata disponibilità aziendale di ridurre sensibilmente i licenziamenti entrando nel merito dei criteri di valutazione previsti dalla normativa vigente, il Consiglio di Azienda composto dai delegati di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs, a seguito di un incontro in assenza dei Segretari delle Organizzazioni Sindacali, ha manifestato autonomamente la volontà di proseguire la trattativa.

Alla ripresa del tavolo di discussione le posizioni si sono nuovamente allontanate per l’indisponibilità ufficializzata da parte della Filcams Cgil di approfondire i criteri se non rifacendosi direttamente a quelli già previsti per legge che comportano però il mantenimento degli esuberi attualmente dichiarati nel numero di 116.

L’azienda, preso atto che il tavolo non è più unitario, nonostante la dichiarata volontà di Fisascat Cisl e Uiltucs e delle rispettive rappresentanze sindacali, ha comunicato l’impossibilità di proseguire la trattativa.

Fisascat Cisl e Uiltucs unitamente alle RSA, ribadiscono la necessità di non chiudere opportunità di salvaguardare posti di lavoro, la volontà di ricercare fino in fondo caparbiamente ogni soluzione atta a ridurre sensibilmente i licenziamenti.

Chiediamo a Sait la convocazione per proseguire la trattativa in sede amministrativa presso il Servizio Lavoro della Patper non lasciare nulla di intentato.

Fisascat Cisl e Uiltucs si ritengono libere di agire a tutti i livelli, con il massimo coinvolgimento di tutte le istituzioni, in primis con la convocazione urgente da parte della Federazione delle Cooperative, per recuperare una frattura sindacale che rischia di dare esiti drammatici inficiando il percorso di condivisione portato avanti dalle Confederazioni di Cgil, Cisl e Uil del Trentino.

 

 

*

Lamberto Avanzo

Walter Largher