Respingiamo al mittente narrazioni della verità della Fp Cgil perché nessuna nuova elaborazione delle parti sindacali e’ avvenuta in gran segreto con Apran, ma tutte le modifiche sono state apportate in trattativa regolarmente e coerentemente con griglia del 13 dicembre 2018 per la chiusura del CCPL 2016/2018 fermo da quattro anni
Viene nell’intesa confermato di fatto l’impianto giuridico economico con alcune non trascurabili modifiche in positivo, avvenuta con senso di responsabilità e tenuto conto della grave situazione emergenza e in rispetto dei lavoratori di tutta la sanità trentina.

La Fp Cgil alza un polverone per coprire proprie mancanze e scarsa lucidità nella trattativa a cui ha volutamente inteso estraniarsi. Facciamo inoltre fatica a capire quale contributo abbia apportato durante la trattativa perché il giorno prima della stessa voleva far “sparire”la griglia e distribuire tutte le risorse a pioggia sottraendo di fatto ai lavoratori della prima linea ( infermieri, oss, tutto il personale turnista) quanto meritano per le prestazioni e anche tutte le misure per la valorizzazione del personale dele professioni sanitarie, degli oss, del percorso di valorizzazione del personale amministrativo, tecnico ed operaio e l’aggiornamento economico delle indennità ferme da oltre un decennio.

Ma i firmatari intendono guardare precisamente a mercoledì dove a seguito definizione del nuovo articolato verrano predisposte schede di lettura per lavoratori e soprattutto per gli iscritti che abbiamo con entusiasmo e passione tutelato nella trattativa.

Siamo certi che quando il polverone passerà arriverà anche al firma tecnica della Cgil con relativa nota a verbale riportante la lista delle occasioni mancate.

*

Le segreterie di Cisl Fp Uil Fpl Sanità Fenalt Nursing Up

Pallanch/Varagone/Panebianco/Hoffer