VIDEONEWS & sponsored

(in )

CISL MEDICI – TRENTINO * TEST RAPID: PAOLI, « PER FUGATTI “IMPROPONIBILE” FARLI SU 540.000 TRENTINI, CON 2,2 MLN POTEVA ACQUISTARE GIÀ TRE SETTIMANE FA IL QUANTITATIVO NECESSARIO »

Veniamo oggi a sapere dalla Conferenza di Fugatti delle 17.30 che a suo avviso “è improponibile” fare test sierologici su 540.000 trentini, perchè “non lo fa nessuno”.

È un peccato, visto che con 2,2 milioni di Euro poteva acquistare già tre settimane fa il quantitativo necessario per farlo a tutta la popolazione con test rapid, come sta facendo Cisl medici del Trentino attraverso i suoi medici di medicina generale che in queste ore stanno ricevendo i test rapid sierologici per IgG/IgM Covid19, acquistati sul mercato come liberi professionisti convenzionati.

A nostro avviso, per esempio, con i 2,2 milioni di euro che Ruscitti, nell’accordo di due mesi fa con i sindacati minori della medicina generale, poteva adoperare più collettivamente per un progetto di screening della medicina generale riferita a tutti i cittadini trentini, per verificare le IgG/IgM, risposta anticorpale al Covid19.

Ricordiamo che da settimane gli stessi professionisti iscritti alla Cisl medici del Trentino, avendo ricevuto pochissimi dispositivi di protezione personale dall’APSS, nella medicina di famiglia, si stanno equipaggiando di mascherine chirurgiche in grande quantita ed altrettanto di FFP2, tutto marcato CE, oltre che autorizzato da ISS, con una donazione fatta a Cisl medici del Trentino da una Azienda internazionale, che invece di mandarci soldi su un conto corrente ci ha aiutati con un gesto tangibile e immediato, tanto vitale quanto apprezzato dal Sindacato di maggioranza assoluta della medicina generale nella provincia autonoma di Trento.

Ci auguriamo che anche gli altri sindacati facciano altrettanto vista la poca considerazione che la parte pubblica ha della nostra categoria ancora oggi.

In dirittura d’arrivo, prossimamente, anche i tamponi naso faringei, con le stesse modalità di cui sopra, e l’iniziativa per mettere in contatto nonni e nipotini, spaventati dalle parole poco comunicative del dott.Ruscitti.

 

*
Dott. Nicola Paoli
Segretario Generale Cisl medici del Trentino