News immediate,
non mediate!

CISL MEDICI – TRENTINO * REPLICA A SEGNANA SU MEDICINA GENERALE: « INVITIAMO L’ASSESSORE A RENDERCI EDOTTI DELLE SUE INTENZIONI »

Scritto da
9:17 - 3/11/2019

Replica alle dichiarazioni a mezzo stampa dell’Assessore Segnana riguardante la medicina generale. Cisl medici del Trentino legge con piacere, nella stampa di oggi che l’Assessore Segnana riconosce il valore del Comitato provinciale dei medici di medicina generale quale interlocutore legittimo e fattivo per le AFT, anche se solo in seguito ad uno sciopero di 48 ore ed una vertenza sindacale dinnanzi al Giudice del lavoro che ne ha ribadito, nelle sue conclusioni, la valenza.

Pur tuttavia, ci corre l’obbligo segnalare che il Comitato Provinciale della medicina generale, dopo lo sciopero di gennaio 2019, è stato convocato dall’Assessorato il 20 giugno, il 19 agosto e il 12 settembre, avendo un solo punto all’ordine del giorno: il potenziamento dell’assistenza carceraria.

Discussione che si è risolta positivamente con l’accordo per un progetto ad hoc sulle guardie mediche, alla cui trattativa non si è presentata l’Assessore, bensì un suo dirigente assessorile che ne ha fatto le veci.

Da allora non abbiamo più traccia di alcuna discussione, o sua presenza, neppure personalmente, su alcun tema. Attualmente la discussione sul “potenziamento della medicina generale” e sulle AFT è in trattativa con le istituzioni nazionali a Roma, essendo in corso il rinnovo completo dell’accordo collettivo nazionale; e quanto segnalato dal Presidente ordinistico trentino è parafrasi di quelle trattative.

Per tutto quanto premesso, invitiamo l’Assessore Segnana a renderci edotti delle sue intenzioni, in Comitato ex art.24 della medicina generale, che dovrebbe presiedere, prima della discussione in Consiglio provinciale sulla quota in bilancio a noi riservata o altre intenzioni, e non solamente tramite stampa.

 

*
Dott. Nicola Paoli
Segretario Generale Cisl medici del Trentino

Categorie Articolo:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.