VIDEONEWS & sponsored

(in )

CISL MEDICI TRENTINO* SU 58.000 DOSI DI VACCINO SOLO IL 20% AI MEDICI DI FAMIGLIA

mediIn riferimento alle dichiarazioni (a mezzo Stampa) da parte dell’Azienda riguardanti le 58.000 dosi di vaccino antiinfluenzale “”distribuite, oltre agli ambulatori pubblici, ai medici di base”, segnaliamo che in realtà ai medici di famiglia sono stati dati ad oggi solo il 20% dei vaccini antiinfluenzali aventi diritto per i propri pazienti, razionalizzando di fatto le nostre scorte.

Significa quindi una disorganizzazione del servizio ai nostri cittadini dal momento che, a breve, le scorte nei frigoriferi dei medici d famiglia finiranno e dovranno attendere chissà quanto prima di poter vaccinare le migliaia di persone che rimarranno senza, dovendole rifiutare e rimandare a casa o nella migliore dell’ipotesi obbligandole a ulteriori code presso i Distretti.

Senza contare che l’anno scorso gli emolumenti per tale tipologia di prestazione sono state pagate dall’Azienda ai medici di medicina general in certi casi anche con cinque mesi di ritardo.

 

*

Dottor Nicola Paoli
Segretario generale Cisl medici del Trentino