VIDEONEWS & sponsored

(in )

CISL MEDICI – PAOLI * “I SINDACI HAUSER E FERRARI CAVALCANO UN FALSO PROBLEMA, QUELLO DELLE FIRME PER IL QUARTO MEDICO INESISTENTE”

Non è con le firme, una o centomila, che si fanno le zone carenti in Trentino ma con Leggi nazionali, l’art.32 della nostra Costituzione e l’ospitalità dei locali nei confronti sia dei medici di famiglia che della popolazione che vuole venire a vivere vivere colà.

I Sindaci Hauser e Ferrari stanno cavalcando, con le firme per il quarto medico inesistente, un falso problema. Quasi tutti i cittadini dei due Comuni si sono infatti inseriti con gli altri medici dell’ambito assegnato.

È Legge di Stato che in marzo 2018 potranno essere bandite nuove zone carenti della medicina di famiglia, ma questo non sarà dovuto certo alla raccolta firme nè all’azione dei Sindaci, bensì all’eventuale aumento della popolazione residente a Mezzocorona, Roverè della Luna e di tutti gli altri paesi dell’ambito di riferimento. A tutt’oggi Istat ci ragguaglia che solo Lavis ha aumentato la propria popolazione residente.

Sottolineiamo poi che una settimana fa, con Delibera Aziendale, è stato inserito un ulteriore medico di famiglia nell’àmbito su cui insitano Mezzocorona e Roverè della Luna, senza che i 376 medici di famiglia che hanno accettato questo ulteriore sacrificio, venissero neppure ringraziati dai due Sindaci della rotaliana.

Certo è che se l’ospitalità del Municipio di Mezzocorona è quella rivolta all’ultimo inserito dell’estate scorsa, a cui è stato addirittura negato un ambulatorio (vedi Prot.n.10613/10982) comunale richiesto per attivarsi dal 1 dicembre 2017 con la popolazione di Mezzocorona sul posto, riteniamo che difficilmente questo nuovo medico, porterà giovamento ai due sindaci interessati.

L’unico modo per derogare all’attuale Legge nazionale, che sottende ai nostri contratti di lavoro a tempo indeterminato, è avocare a sè, come già rimarcato, da parte della Provincia Autonoma di Trento, l’assistenza primaria, come si è già fatto per la dirigenza medica pubblica dipendente.

Tutto il resto, ripetiamo, sono solo chiacchiere a scopo elettoralistico, mentre si allarma, senza motivo, la popolazione dei propri paesi.

 

*

Dott. Nicola Paoli
Segretario Generale Cisl medici del Trentino