VIDEONEWS & sponsored

(in )

CISL MEDICI * PAOLI A ZENI: “ATTENDIAMO GLI ESITI TRA PAT E GOVERNO SULLE NOSTRE COPERTURE PRIMA DI DEFINIRE UN ACCORDO PROVINCIALE”

In riferimento a quanto dichiarato alla stampa oggi, da parte del dottor  Bordon e dell’avvocato Zeni, in riferimento alle Aft e Uccp, concordiamo sia con le parole del Direttore generale dell’Apss che dell’assessore Zeni in merito alle Aft e Uccp, ma ricordiamo, in riferimento alle asserzioni dell’Assessore alla salute in merito alle ulteriori risorse (3 milioni) dichiarati dalla parte pubblica, che attualmente la politica nazionale, con un’integrazione all’atto di indirizzo della nostra categoria, ha accolto la richiesta delle organizzazioni sindacali della medicina convenzionata (medicina generale, pediatria di libera scelta, specialisti ambulatoriali interni) di essere agganciati agli aumenti previsti per la dipendenza.

Ed ha dato mandato al tavolo nazionale di contrattazione in cui siede pure il sottoscritto, di definire anche la parte economica con i medici e con le regioni.

Ora la Finanziaria sancisce un aumento ulteriore, che a regime arriverà al 3,45% della massa salariale.

Ma mentre la Provincia autonoma di Trento aveva accantonato solo risorse per far fronte al primo aumento (tre milioni), non ne ha per l’incremento ulteriore, tranne che se aggiungiamo anche i 500.000 euro decisi nella finanziaria, ed a cui, ricordiamo, va aggiunta la vacanza contrattuale dal 2010.

Attendiamo quindi di raccordarci con gli esiti della discussione che in parallelo la Provincia autonoma di Trento sta avendo con il Governo sulle nostre coperture, prima di definire un accordo altrettanto storico di quello provinciale.

 

*
Dott. Nicola Paoli
Segretario generale Cisl medici del Trentino
Capo delegazione al tavolo trattante nazionale della categoria