Vergogna! Trento, a fronte del 1°posto per qualità di vita (rapporto Italia oggi) che fa dire al Presidente del Consiglio trentino essere merito di “quanto viene fatto per garantire ai cittadini i migliori servizi…dando risposte in tempi rapidi”.

 

Cisl medici del Trentino segnala e stigmatizza l’episodio avvenuto la notte tra venerdi e sabato ultimo scorso, quando, all’interno della sede di guardia medica convenzionata di Trento centro un intero pannello di controsoffittatura è crollato sulla sala d’attesa dove siedono i bambini, senza che in tutto il fine settimana qualcuno intervenisse da parte aziendale, pur essendoci uno sgocciolamento continuo.

A fronte di ciò e delle dichiarazioni rese dal Direttore Generale in Comitato aziendale la scorsa settimana (sembrerebbe esserci problemi di abitabilità) della stessa sede, si vorrebbe spostare i liberi professionisti in Pronto soccorso ospedaliero, comandati da dipendenti ed infermieri.

Il tutto mentre manca la sede di guardia in Viale Verona a disposizione della maxi struttura giudicata in tribunale non essere una AFT H24 ore, sette giorni su sette.

 

*
Dott. Nicola Paoli
Segretario generale Cisl medici del Trentino