VIDEONEWS & sponsored

(in )

CIA * ESPOSTO ALLA CORTE DEI CONTI – SPORTELLO FAMIGLIA: ” IL FORUM È GESTITO DALLA STESSA ASSOCIAZIONE, MAI AFFRONTATO UN CONCORSO “

Sportello Famiglia, la Provincia “beatifica” il Forum: interrogazione ed esposto di Claudio Cia.

Come fa la Provincia di Trento a promuovere la famiglia? Apre uno sportello e lo mette a disposizione gratuitamente di chiunque voglia avere informazioni su benefici, agevolazioni e politiche familiari in Trentino. Ma… c’è un ma! Lo Sportello Famiglia, attivo da più di 12 anni, è sempre gestito dalla stessa Associazione, senza soluzione di continuità, il Forum delle Associazioni Familiari del Trentino, e senza mai dover affrontare un concorso.

Un’Associazione di secondo livello che solo nell’ultimo affidamento, in scadenza il prossimo 31 dicembre 2018, è stato preceduto da un sondaggio per mettere in concorrenza più soggetti. Concorrenza sbaragliata, poiché il Forum delle Associazioni Familiari del Trentino è stato riconfermato per il triennio 2015-2018.

«Complessivamente, dal 2006 al 2018 – dice il Consigliere provinciale Claudio Cia che interroga in proposito la Giunta provinciale -, la Provincia ha versato all’Associazione un importo che supera il milione e mezzo di euro, ma negli anni il compenso è andato sempre aumentando. 42mila euro Iva compresa, per il triennio 2006-8, 76.200 nel 2009, diventati 150mila per ogni anno dal 2012 al 2015 compreso. Infine, per il triennio 2016-2018 il compenso previsto nella convenzione è lievitato a euro 215.940 annui per un ammontare complessivo di euro 647.820».

Per il consigliere «emerge una sostanziale identità di funzioni – dice ancora Cia – nel corso degli anni, a fronte di un crescente aumento del compenso riconosciuto. Inoltre, ciò che fa il Forum, potrebbe farlo altrettanto bene, se se ne avesse la volontà, il personale dipendente della Provincia, poiché non vi si riscontrano mansioni particolari da dover essere ricercate all’esterno.

Per quelle attività la Provincia mette a disposizione dell’Associazione, a titolo gratuito, gli uffici, e le attrezzature necessarie, provvedendo anche al pagamento degli oneri riferiti alle utenze (luce, riscaldamento, e servizi), alla cura dei locali e delle attrezzature. Anche i materiali di consumo sono interamente pagati dalla Provincia».

«Il vulnus – conclude Cia – sembra essere agevolato dalla stessa Legge provinciale 1/2011, presupposto di tutte le determinazioni dirigenziali di affidamento senza gara, che dispone la possibilità di operare solo con le Associazioni di secondo livello (solo una…) escludendo tutte quelle di primo livello, e ce ne sono molte».

 

*

Cons. Claudio Cia

 

In allegato l’interrogazione e l’esposto depositati.

 

[pdf-embedder url=”https://www.agenziagiornalisticaopinione.it/wp-content/uploads/2018/08/interrogazione-Ripetuti-affidamenti-del-servizio-“Sportello-famiglia”-al-Forum-delle-Associazioni-familiari-del-Trentino.pdf” title=”interrogazione – Ripetuti affidamenti del servizio “Sportello famiglia” al Forum delle Associazioni familiari del Trentino”]

 

[pdf-embedder url=”https://www.agenziagiornalisticaopinione.it/wp-content/uploads/2018/08/Esposto-Forum-delle-Associazioni-familiari-del-Trentino.pdf” title=”Esposto – Forum delle Associazioni familiari del Trentino”]