VIDEONEWS & sponsored

(in )

CIA E URBANI (FDI) * RIFUGIO CAMPEL: « IL COMUNE DI TRENTO LO RECUPERI E NE AFFIDI LA GESTIONE AL GRUPPO ALPINI DI VILLAMONTAGNA ”

Rifugio Campel, Cia e Urbani (FdI): “Il Comune di Trento lo recuperi e affidi la gestione al Gruppo Alpini di Villamontagna”.

Il rifugio Campel, costruito nei primi anni ’70 su un terreno ad uso civico, è di proprietà della Comunità di Villamontagna. Fin dalla sua apertura, al piano terra, era situato un ristorante aperto al pubblico che richiamava persone provenienti da tutto il Trentino, ma anche da fuori Provincia, per godere di una cucina semplice, tipica e genuina. Dal 2012 – a causa della mancata adeguazione dei locali alla normativa igienico-sanitaria e della forte necessità di una ristrutturazione della struttura – il rifugio Campel è chiuso.
Nonostante nelle ultime legislature il tema della ristrutturazione del rifugio sia stato trattato a più riprese sia in Consiglio comunale che provinciale, la comunità del sobborgo di Trento sta ancora aspettando un intervento. Il ritardo è dovuto da un lato all’impossibilità per il Comune di finanziare direttamente l’ASUC affinché svolga i lavori necessari, dall’altro all’impraticabilità per la Provincia di sostenere direttamente il costo per l’intervento di ristrutturazione perché il Campel non è classificato come “rifugio alpino”.

La soluzione potrebbe però venire da una possibilità non considerata fino a questo momento. Qualora l’ASUC di Villamontagna – come già avvenuto per l’operazione effettuata dal Comune con l’ASUC di Sopramonte per il Ristorante Sant’Anna – si rendesse disponibile a sgravare temporaneamente il bene dall’uso civico, il Comune (con una partecipazione anche da parte della Provincia) potrebbe eseguire i lavori necessari a riaprire il Campel e affidarne la gestione al Gruppo Alpini di Villamontagna per un tempo determinato (evitando in questo modo di dover ricorrere a bandi di affidamento a esterni che finirebbero per spogliare la comunità di una sua espressione nella gestione del suo bene civico), chiedendo un impegno per la manutenzione ordinaria e il presidio della zona che – anche in tempi recenti – è assurta agli onori della cronaca per episodi di vandalismo. Crediamo che questo atto possa rappresentare un opportuno riconoscimento per l’attività svolta dagli Alpini che – oltre ad aver costruito il Rifugio Campel – hanno sempre donato alla Comunità il ricavato dell’affitto, permettendo – tra le altre cose – la ristrutturazione della casa parrocchiale e della scuola materna.

Il nostro auspicio è che il Comune di Trento e l’ASUC possano valutare questa possibilità, che permetterebbe la restituzione alla Comunità di Villamontagna, nonché ai numerosi turisti ed escursionisti che frequentano il Monte Calisio, di un luogo di aggregazione, di svago e di ristoro.

 

*

Cons. Claudio Cia
Presidente del Gruppo consiliare di Fratelli d’Italia in Consiglio Provinciale

 

Cons. Giuseppe Urbani
Capogruppo di Fratelli d’Italia – AN in Consiglio comunale a Trento