VIDEONEWS & sponsored

(in )

CGIL – FIOM * SCIOPERO SICOR ROVERETO (TN): « I DIPENDENTI INCROCIANO LE BRACCIA PER LA DECISIONE UNILATERALE DI RECEDERE DAGLI ACCORDI AZIENDALI DEGLI ANNI ’80 »

Comunicato sindacale Fiom – sciopero Sicor. I dipendenti dell’azienda Sicor di Rovereto incrociano le braccia per il terzo giorno di 8 ore per la decisione unilaterale da parte dell’azienda di recedere dagli accordi aziendali, che risalgono agli inizi degli anni ‘ 80. La Sicor conta 174 dipendenti e l’adesione allo sciopero ha raggiunto punte del 90%.

E’ evidente che in questo momento di difficoltà generale, il comportamento di Sicor rischia di essere un precedente importante nel territorio che va contrastato anche oltre il perimetro della fabbrica. Il governo italiano e la comunità europea immetteranno nel sistema grandi risorse per proteggere il sistema produttivo. Non è accettabile che l’azienda scarichi sui lavoratori il danno.

La mobilitazione proseguirà nella giornata di 23 luglio con presidio davanti ai cancelli dell’azienda per il quarto giorno consecutivo.