INTERVISTA AL SEGRETARIO UIL DEL TRENTINO, WALTER ALOTTI

Focus su: Bilancio Pat - Partecipate Pat - Concertazione Sindacati

Sostegni al reddito. Cgil Cisl Uil: “Ascoltata la nostra richiesta di una proroga. Ora servono nuovi finanziamenti”. La misura è contenuta nel documento di interventi di politica del lavoro dal 2009. Per i sindacati bisogna stanziare nuove risorse per coprire tutte le domande anche nel secondo semestre. “Si usino subito le risorse europee inutilizzate sul fondo per imprenditori falliti”.

Dichiarazioni dei segretari generali di Cgil Cisl Uil del Trentino, Andrea Grosselli, Michele Bezzi e Walter Alotti.

“Bene ha fatto la Giunta ad ascoltare la nostra richiesta di prorogare i termini per la presentazione della domanda di sostegno al reddito per le lavoratrici ed i lavoratori in cassa integrazione. Sono infatti ancora tanti coloro che debbono richiedere il sostegno economico introdotto nel 2009 nel documento di interventi di politica del lavoro come risposta alla crisi dei mercati finanziari in tutto il mondo.

Ora però le risorse andranno velocemente ad esaurirsi e ne serviranno altre per coprire il secondo semestre dell’anno. Per questo vanno subito sbloccati e trasferiti gli stanziamenti di risorse europee – circa 7 milioni di euro – del tutto inutilizzati sul capitolo degli interventi per gli imprenditori falliti. In oltre sei mesi ne hanno fatto utilizzo solo poche decine di professionisti o imprenditori. Ciò significa solo che la misura non funziona.

Chiediamo quindi che questi soldi siano destinati ai lavoratori colpiti dalla crisi economica, non solo ai cassintegrati, ma anche ai lavoratori stagionali e agli operatori dello spettacolo e della cultura che sono i più colpiti in questo momento perché spesso privi di disoccupazione e cassa integrazione”.