News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

CGIL CISL UIL – TRENTINO * RSA – COVID: “ DELUDENTE LA VIDEOCONFERENZA DI OGGI CON ASSESSORATO E DIPARTIMENTO PAT SALUTE, NELL’ELENCO LE QUESTIONI POSTE »

Scritto da
19.55 - venerdì 06 novembre 2020

CASE DI RIPOSO: OGGI RIUNIONE DELUDENTE CON ASSESSORATO E DIPARTIMENTO.

Si è svolto oggi (venerdì 6 novembre) in videoconferenza un incontro tra Assessorato alla salute, Dipartimento e OO.SS FP CGIL, CISL FP, UIL FPL sulla situazione delle RSA.


Ecco, in elenco, le questioni che abbiamo posto: tamponi, possibilità attuali di test meno invasivi, effettuazione dei test durante il turno di lavoro, convenzioni con i privati per far fronte alla carenza di personale, dati diffusione virus tra il personale delle RSA, coinvolgimento nella redazione delle nuove linee guida RSA, alloggi dedicati al personale che, fornitura e adeguatezza di DPI, tutela lavoratori fragili.

La convocazione di oggi è arrivata solo dopo mesi in cui abbiamo sollecitato il tavolo di confronto sulle RSA: il dipartimento ci ha mandato, a pochi minuti dall’inizio dell’incontro, la bozza di aggiornamento delle linee guida che, sostanzialmente, modificano e integrano, anche alla luce delle nuove disposizioni sanitarie nel frattempo intervenute, il testo di aprile che avevamo contribuito a costruire.

Ci siamo unitariamente riservati di fare i dovuti approfondimenti ed eventuali proposte integrative e modificative.

Il numero del personale contagiato nella Apsp e nelle RSA dal 1 settembre ad oggi è di 231 unità, dei quali nel frattempo alcuni rientrati in servizio. Il dato significativo è che gli anziani infetti risultano in numero inferiore, a testimonianza che il personale utilizza correttamente i DPI. I Tamponi al momento possono essere solo quelli molecolare o antigenici (test rapidi) in quanto i test salivari attendono ancora autorizzazioni definitive all’uso. I test rapidi vengono effettuati esclusivamente sui sintomatici perchè hanno attendibilità molto alta, mentre per la ricerca degli asinotmatici vengono utilizzati i tamponi molecolari. Quanto alla carenza di personale, ci è stato riferito di un’ipotesi al vaglio di Upipa per l’utilizzo di personale delle strutture che hanno pochi residenti in quelle in maggiori difficoltà.

 

Abbiamo in premessa sottolineato la necessità che Assessorato e Dipartimento smettano la scarsa considerazione nei confronti delle parti sociali e del ruolo fondamentale di rappresentanza dei lavoratori e di verifica della coerenza tra indicazioni politiche e operatività delle RSA. Per questo motivo è necessario ricostituire un tavolo specifico per le Apsp e Case di Riposo che, a maggiore ragione in questo momento emergenziale, diventa strumento di informazione e confronto indispensabile per quanto evolve giorno per giorno nelle strutture.


Nelle osservazioni di merito, abbiamo trattato la questione dei tamponi nei fine settimana, la tutela dei lavoratori fragili, la dotazione dei DPI sufficiente per due mesi come dichiarato dall’Apss, la necessità di direttive per i tempi di attesa degli esiti dei t
amponi che in alcune strutture viene messo a carico degli operatori (ferie o altro) e, soprattutto, del coinvolgimento del Sindacato nella partita degli organici e della mobilità di personale verso altre Case di Riposo.

Un tavolo quindi da riaggiornare per risposte che oggi non sono arrivate e per la verifica del testo delle nuove Linee Guida. Timide aperture per la richiesta di alloggi per gli operatori dei reparti Covid-19, la riattivazione dello sportello psicologico per i dipendenti e del tavolo specifica per le RSA.


In conclusione abbiamo ribadito la necessità di ripristinare corrette relazioni sindacali e maggior rispetto per il ruolo istituzionale delle organizzazioni sindacali e, di conseguenza, verso il personale che rappresentiamo ad evitare ancora che gli “eroi” di questa primavera che, in tutti questi mesi si sono impegnati oltre ogni limite, rimangono, nei fatti, inascoltati!

A livello nazionale è prevista una manifestazione il 13 novembre prossimo: ricorderemo, anche a questa Giunta e a questo assessorato, il ruolo fondamentale di tutti gli operatori delle RSA nel combattere contro questa pandemia e la necessità di trovare risposte strutturali e contrattuali per tutti i settori dei servizi pubblici.

*

L. Diaspro – B. Pallanch – M. Tomasi

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.