Il Governo impugna l’ordinanza della Giunta. Cgil Cisl Uil: ora si apre il caos per imprese e lavoratori. Dichiarazioni dei segretari generali di Cgil Cisl Uil
Andrea Grosselli, Michele Bezzi e Walter Alotti.

Il Governo Conte ha deciso di impugnare l’ultima ordinanza con cui la Provincia derogava ad alcune misure per contrastare l’emergenza sanitaria. Per evitare questo clamoroso autogol sarebbe bastato che il presidente Fugatti copiasse il testo del collega Kompatcher, invece per fare il primo della classe è finito dietro la lavagna.

E la cosa più grave è che saranno le imprese e i lavoratori a pagare le conseguenze di questa situazione di totale indeterminatezza. Imprese e lavoratori già pesantemente provati dalla crisi, dalla chiusura totale della primavera scorsa e dalle prospettive incerte del prossimo futuro.

Intanto ieri un consigliere provinciale della Lega-Salvini definiva i sindacati trentini “parassiti” e additava i politici romani come “incompetenti”. Oggi i fatti sembrano descrivere tutt’altra realtà: non volevamo certo fare da Cassandra, ma in attesa di vedere se l’impugnazione verrà confermata quel che è certo è che questa vicenda dimostra purtroppo la totale inadeguatezza di chi ha la guida della nostra Provincia in questa fase di grave emergenza che richiederebbe equilibrio, coraggio e massima attenzione.