VIDEONEWS & sponsored

(in )

CGIL CISL UIL – TRENTINO * ‘NDRANGHETA IN REGIONE: « SERVE MASSIMA ATTENZIONE, OGNI SFORZO POSSIBILE PER CIRCOSCRIVERE QUESTE SITUAZIONI E SDRADICARLE »

‘Ndrangheta in regione, serve massima attenzione. Cgil Cisl Uil: non siamo immuni dal contagio malavitoso e il rischio di diffusione di questi fenomeni cresce quando si attraversano periodi di crisi come quello attuale.

“Suscita grande preoccupazione il quadro che emerge dalle indagini della Procura di Trento che dimostra in maniera netta il radicamento anche sul nostro territorio degli interessi illeciti delle cosche della ‘ndrangheta. Purtroppo l’indagine portata a termine questa mattina dimostra che gli allarmi sui rischi di infiltrazioni anche nel tessuto economico locale stanno lasciando il posto ai fatti. Serve ogni sforzo possibile per circoscrivere queste situazioni e sdradicarle”.

Lo dicono i tre segretari generali di Cgil Cisl Uil del Trentino, Andrea Grosselli, Michele Bezzi e Walter Alotti. “Il diffondersi di interessi della malavita organizzata è ancora più probabile in momenti di grande difficoltà economica, come quello che stiamo vivendo – insistono i tre segretari -. Le organizzazioni criminali trovano infatti nella difficoltà di imprese e lavoratori terreno fertile dove fare attecchire i loro affari illegali. Per questa ragione, come abbiamo avuto modo di ribadire in recenti incontri con il prefetto Sandro Lombardi e il colonnello della Guardia di Finanza Mario Palumbo, serve massima allerta e grande attenzione, da parte di tutti”.

I tre segretari dunque esprimono un ringraziamento per il lavoro svolto dalla Procura della Repubblica di Trento e dalla Squadra Mobile di Trento con il Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato.