PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

"Il Trentino news" (puntata n° 9)

Rivoluzione tecnologica ed economia sostenibile, serve un patto tra parti sociali e governi. Un centinaio di delegati trentini a Milano per l’assemblea unitaria di Cgil Cisl Uil Ianeselli, Pomini e Alotti: questi temi diventino priorità anche per la giunta provinciale.

Anche un centinaio di delegati e delegate sindacali trentine hanno partecipato questa mattina all’assemblea nazionale indetta da Cgil Cisl Uil al Forum di Assago di Milano. Al centro del confronto tra i lavoratori – erano presenti 9mila persone – i temi del lavoro, della sanità, degli investimenti, dell’ambiente, ma anche le questioni legate a giovani, fisco e pensioni.

Sulla base del riavviato confronto con il governo i segretari generali di Cgil Cisl Uil hanno ribadito dal palco la necessità di un concreto “cambio di passo e di interventi tangibili che vadano nella direzione di migliorare la vita delle persone”. Per il sindacato, dunque, è il momento di passare dalle parole ai fatti.
Negli interventi è stato dato ampio spazio anche ai temi della rivoluzione tecnologica e della riconversione, in chiave ambientalmente sostenibile, dei sistemi di produzione. “Abbiamo davanti un cambiamento importante – hanno commentato a margine i tre segretari provinciali Franco Ianeselli, Lorenzo Pomini e Walter Alotti – e dobbiamo avere consapevolezza che la transizione, seppur indispensabile, non è semplice.

Per questa ragione serve uno sforzo congiunto di parti sociali e governi per affrontare questa sfida. Questi temi devono diventare una priorità per tutti, non solo nel resto del Paese ma anche in Trentino, a cominciare dalla giunta provinciale che dovrebbe porre queste tra le questioni strategiche da affrontare per la crescita e la tenuta della nostra comunità”.