Carabinieri - operazione antidroga ad Olbia Tempio, scoperte tre piantagioni

Le scriventi Organizzazioni sindacali chiedono un incontro per illustrare lo stato delle aziende elettriche trentine con riferimento alla distribuzione di energia elettrica ed in particolare alla situazione in cui versano i rapporti con il Gruppo Dolomiti Energia.

In merito a quest’ultimo, denunciamo la gravità della situazione che si trascina da molto tempo con il mancato rispetto del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro e degli accordi aziendali, con decisioni unilaterali che minano fortemente le normali relazioni sindacali.

Evidenziamo inoltre un clima di lavoro all’interno del Gruppo decisamente pesante e preoccupante, anche alla luce degli ultimi avvenimenti.

Vista la situazione estremamente compromessa abbiamo intrapreso l’attivazione dell’iter di conciliazione/raffreddamento prevista dall’ACCORDO SINDACALE NAZIONALE SULL’ESERCIZIO DEL DIRITTO DI SCIOPERO art. 6 com.1 allegato al CCNL del settore Elettrico, in applicazione della Legge n. 83/2000, che si è però conclusa con esito negativo.

Il perdurare dell’atteggiamento di chiusura dell’azienda alle richieste di rispetto degli accordi sottoscritti in sede nazionale e le persistenti iniziative unilaterali ci hanno costretto alla proclamazione dello sciopero nelle società:

Set Distribuzione, Dolomiti Energia, Dolomiti Energia Holding, Novareti, Dolomiti Ambiente, Hydro Dolomiti Energia e Dolomiti Energia Trading,

Esprimendo forte preoccupazione sul proseguo delle relazioni industriali con il Gruppo Dolomiti Energia, siamo a chiedere un incontro urgente.

 

*

Franco Weber FILCTEM-CGIL del Trentino

Emanuela Briani FLAEI-CISL

Giuseppe Di Chiara UILTEC-UIL