VIDEONEWS & sponsored

(in )

CGIL CISL UIL – TRENTINO * FONDO SOLIDARIETÀ: « BUON LAVORO ALLA NUOVA PRESIDENTE GIANNINA MONTARULI, È SICURAMENTE LA SCELTA MIGLIORE »

Fondo Solidarietà del Trentino, Cgil Cisl Uil augurano buon lavoro alla nuova presidente. “Certi che proseguirà nell’azione di rafforzare la coesione tra parti sociali che ha caratterizzato l’operato del fondo fino a questo momento”.

Cgil Cisl Uil si congratulano con la nuova presidente del Fondo di Solidarietà del Trentino, Giannina Montaruli, ed esprimono soddisfazione per una scelta che si colloca nel solco della buona collaborazione tra parti sociali. “La nuova presidente, in un momento delicato come quello attuale, è sicuramente la scelta migliore. Siamo certi che la dottoressa Montaruli saprà mettere le sue competenze e l’ampia esperienza professionale nella gestione delle relazioni sindacali a servizio delle imprese e dei lavoratori. Siamo altrettanto sicuri che sotto la sua guida verrà confermata la positiva collaborazione tra rappresentanti datoriali e organizzazioni sindacali che fino a questo momento ha caratterizzato l’operatività di questo innovativo strumento per il nostro territorio”.

Le tre confederazioni sottolineano la fase delicata in cui si trova ad operare il Fondo, a causa della crisi economica ed occupazionale prodotta dall’emergenza sanitaria. “Nei prossimi mesi e anche nel prossimo futuro il Fondo dovrà essere in grado di dare risposte ancora più adeguate sul piano della formazione e nella gestione degli strumenti di transizione generazionale a vantaggio di lavoratori e imprese”.

Altra sfida è quella sugli strumenti di sostegno al reddito. Cgil Cisl Uil auspicano che la Giunta provinciale torni sui propri passi e decida di usare il Fondo per il nuovo sostegno ai lavoratori stagionali. Se così non fosse resta comunque il tema di come aiutare questa tipologia di addetti allungandone la copertura degli ammortizzatori sociali non solo in fase emergenziale, ma anche ordinaria. “Prevedere misure di sostegno al reddito che coprano i periodi di inattività è un vantaggio per i lavoratori, ma anche per le imprese in termini di continuità di manodopera. Il che vuol dire poter contare su addetti con competenze ed esperienza, due punti che sicuramente contribuiscono anche a qualificare l’ospitalità turistica trentina”.

Trento, 27 aprile 2021