VIDEONEWS & sponsored

(in )

CGIL CISL UIL E ACLI – TRENTINO * ASSEGNI FAMILIARI: « FARE IN FRETTA, LE FAMIGLIE RISCHIANO DI VEDERSI DECURTATI GLI ASSEGNI FAMILIARI »

“Apprendiamo con soddisfazione che la Giunta Fugatti ha finalmente raccolto l’appello di Cgil Cisl Uil e delle Acli ad attivarsi per risolvere il problema della decurtazione degli assegni familiari statali in regione”. Per Cgil Cisl Uil e Acli è una novità positiva l’annuncio dell’assessora provinciale alle politiche sociali Stefania Segnana. Nei prossimi giorni l’assessora dovrebbe avere un incontro con il Governo in raccordo con la Provincia autonoma di Bolzano che già nelle settimane scorse per bocca dell’assessora Waltraud Deeg aveva preso contatti con i ministeri competenti e con la delegazione parlamentare altoatesina. Quello di Segnana è il primo passo della Giunta Fugatti che arriva dopo l’incontro con l’Inps tenutosi a Bolzano questa settimana su richiesta delle organizzazioni dei lavoratori trentini e altoatesini per affrontare un tema paradossale: il taglio degli assegni familiari delle lavoratrici e ai lavoratori in ragione dei contributi integrativi alle famiglie garantiti dalle due Province.

“Bene ha fatto L’assessora Segnana ad attivarsi – commentano Andrea Grosselli (Cgil), Lorenzo Pomini (Cisl), Gianni Tomasi (Uil) e Luca Oliver (Acli) – ma ora bisogna fare in fretta e recuperare il tempo perduto: ogni giorno che passa le famiglie trentine che percepiscono benefici sociali provinciali rischiano di vedersi decurtati gli assegni familiari per tutto l’anno. Non c’è un minuto da perdere”.