VIDEONEWS & sponsored

(in )

CENTRO ASTALLI TRENTO * GIORNATA MONDIALE RIFUGIATO 2019: « IL 20 GIUGNO MUSICA, LABORATORI, CONCERTI, PRESENTAZIONI LIBRI E MOSTRE FOTOGRAFICHE »

Il 20 giugno si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale del Rifugiato, appuntamento annuale voluto dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, che ha come obiettivo la sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulla condizione di milioni di rifugiati e richiedenti asilo.

Ogni giorno migliaia di persone sono costrette a fuggire da guerre e violenze: lasciano i propri affetti, la propria casa e tutto ciò che un tempo era parte della loro vita. Dietro ognuno di loro c’è una storia che merita di essere ascoltata: storie di sofferenze, ma anche di chi è riuscito a ricostruire il proprio futuro, portando il proprio contributo alla società che lo ha accolto.

Tutti noi siamo invitati a ricordare che ogni essere umano, uomo, donna o bambino migrante, ci riguarda e insieme ai rifugiati possiamo scoprirci comunità camminando insieme verso un futuro di diritti e di pace.

ACLI, Ali Aperte, ATAS onlus, Arcobaleno,
Ass.Centro Astalli Trento onlus, Centro per
la Cooperazione Internazionale, CNCA
Trentino Alto Adige, Fondazione Comunità
Solidale, Contro la Pared, Coordinamento
Accoglienza Vallagarina, Croce Rossa,
progetto CusCus 2°ed., Forum Trentino
per la Pace e i Diritti Umani, Il Gioco degli
Specchi, IPSIA, Kaleidoscopio, Libera contro
le Mafie, Marcia Restiamo Umani, Mavì,
Punto d’Approdo, 46° Parallelo, Coop Samuele,
SAT, Coop Villa S. Ignazio, UISP, Progetto 92

hanno organizzato otto eventi pubblici attorno al 20 giugno 2019 distribuiti nei territori del Trentino al fine di veicolare questo messaggio attraverso arte, musica, laboratori, concerti, presentazioni di libri e di mostre fotografiche, dibattiti, gite in montagna e marce di solidarietà.

A seguire l’elenco delle iniziative con una sintetica descrizione:

17.06.2019, dalle 20
A partire da piazza Duomo, Trento
Trento. Primo Piano e Fuori Campo
Riflessioni su Trento e i migranti
con Il Gioco degli Specchi – progetto CusCus – 46° Parallelo
Alcuni migranti ci fanno vedere Trento dal loro punto di vista. Il breve percorso si conclude alle 21 al Centro per La Cooperazione, Vicolo San Marco 1 dove si terrà uno spuntino preparato dal progetto CusCus per poi ascoltare le riflessioni dell’Associazione 46° parallelo: uno sguardo da Trento al resto del mondo.

18.06.2019, dalle 18.30 alle 22
presso la Bookique Trento
in via Torre d’Augusto 29, Trento
JAY SLOT
(Rap/Afro/Reggae Hip Hop)
Dov’è buio brillano le stars
con Associazione Centro Astalli Trento Onlus, Libera contro le mafie – coordinamento del Trentino, Associazione Ali Aperte, Coop. Villa Sant’Ignazio
Serata di musica e fundraising per il campo estivo “Dov’è buio brillano le stelle”.
Nel pieno spirito della proposta di E!State Liberi!, il campo estivo proposto a giovani dai 18 ai 25 anni sarà un’occasione di formazione tra incontri con ospiti e testimonianze; ma ci sarà anche spazio per il servizio attraverso la visita alle strutture del Centro Astalli Trento e la possibilità di stare fianco a fianco agli ospiti accolti. In questa serata di fund-raising e pre-iscrizioni Jay Slot ce le canta con il suo Rap/Afro/Reggae Hip Hop.

19.06, dalle 20.30
Centro per La Cooperazione, Vicolo San Marco 1, Trento
Storie da cinema, Lezioni di cioccolato
con ApiBiMI, Atas Onlus, Cooperativa Arianna, Associazione Centro Astalli Trento, Cinformi, Eda, Kaleidoscopio, il gioco degli Specchi, Religion Today
Viaggiare con il cinema per accostarsi a varie interpretazioni del mondo, per parlare di interculturalità e di identità plurali. Giocare sui toni della commedia per affrontare con leggerezza temi complessi e problematizzare le narrazioni stereotipati di pellicole pensate per far sorridere. I film della rassegna sono stati proposti in diversi istituti scolastici del territorio per mettere a patrimonio comune gli interventi e le testimonianza dei migranti coinvolti. Il 19 giugno si chiude la rassegna con “Lezioni di cioccolato”, di Claudio Cupellini.

20.06.2019, dalle 16 alle 19
presso Giardini Santa Chiara, Trento
Camminando, GMdR19 a Trento
Con Associazione Centro Astalli Trento Onlus, Atas Onlus, Kaleidoscopio, Fondazione Comunità solidale, Il Gioco degli Specchi, Forum Trentino per la pace e i diritti umani, Punto d’Approdo, Acli, Ipsia, Mavi, Cooperativa Samuele, Comitato organizzatore della Marcia Restiamo Umani
Da diversi anni il 20 giugno le realtà della rete dell’accoglienza trentina insieme a richiedenti asilo e rifugiati celebrano la Giornata Mondiale del Rifugiato- quest’anno essa è anche il segnale di partenza della Marcia “Restiamo Umani”, promossa dall’attivista per i diritti umani John Mpaliza, come protesta nonviolenta e proposta di resistenza attiva contro il clima di paura e odio che stiamo vivendo nel nostro Paese.
Dalle 16.00 banchetti informativi, mostre, laboratori, performance artistiche offriranno spunti di confronto e di scambio con la comunità.
Le mostre sono frutto dell’esperienza vissuta di/con richiedenti asilo e rifugiati:
– Show your voice, a cura di MAvi
– Incontri, a cura di Atas onlus
– La Trento di Oleh, a cura del Gioco degli Specchi,
– I disegni di Assane, a cura del Gioco degli Specchi
– Niger, a cura di cooperativa Samuele
I laboratori saranno invece un’occasione per confrontarci in modo creativo con i cittadini e le cittadine:
– Laboratorio di restauro e decorazione mobili, a cura del Gioco degli Specchi
– Laboratorio di argilla, a cura del Gioco degli Specchi
– Coltiviamo l’italiano, a cura di Kaleidoscopio
– A noi (altri) ci riguarda – memory delle nostre storie, a cura del Centro Astalli Trento
– Laboratorio di spillette a tema, a cura di Atas onlus
Il pomeriggio sarà accompagnato da riflessioni, teatro e musica con il laboratorio teatrale Ascoltare i Silenzi, Tallat Masih e Davide Caceffo, Dj Alpha e Milo Brugnara e la sua band. Subito dopo il concerto partirà la prima tappa della Marcia “Restiamo Umani”, che toccherà alcune piazze della nostra città e si concluderà al Parco di Mattarello.

Parco/Giardini Santa Chiara (punto di partenza) – Via Santa Croce – Via Madruzzo – Via Rosmini – Piazza Santa Maria Maggiore (flash mob) – Via Rosmini – Via Madruzzo – MUSE – Corso del Lavoro e della Scienza – Viale Costituzione – Corso del Lavoro e della Scienza – Via Monte Baldo – Largo Prati – Via dei Muredei – Via Degasperi – Via Al Desert (sosta Residenza Fersina) – Ponte Ravina – Pista ciclabile (via del Ponte) in direzione Mattarello – Via del Gottarda – Via Crozzolli – Parco pubblico di Mattarello (punto di arrivo e conclusione della tappa)

21.06.2019, dalle 15:30 fino a sera
ritrovo in Piazza della Pace – via Brione 18, Rovereto
Restiamo Umani, uniti per i diritti di tutti
con Coordinamento Accoglienza Vallagarina e Comitato organizzatore della Marcia Restiamo Umani.
Camminiamo a fianco di John Mpaliza nella sua tappa roveretana. Partiremo dal Brione e arriveremo alla ex Chiesa di S. Osvaldo in via Santa Maria, animata dal Festival Osvaldo, dove ceneremo e trascorreremo insieme la serata.
La Marcia “Restiamo Umani” passa a Rovereto partendo da Mattarello e sabato 22 giugno da Rovereto si dirigerà al Pian delle Fugazze, in Vallarsa. Essa si si concluderà a Roma, il 20 ottobre in Piazza San Pietro.

22.06, dalle 11 alle 18
presso il monte Altissimo sopra Brentonico
GMdR al rif.Altissimo
con Sprar, Cinformi, SAT, Associazione Centro Astalli Trento Onlus, ATAS onlus, CNCA Trentino-Alto Adige
Ritrovo alle 11 al rifugio Graziani, pranzo alle 13 al rifugio Altissimo- Damiano Chiesa, a seguire dalle 14 alle 18 letture e spettacoli teatrali.
La storia dei rifugiati di oggi ci riguarda, tanto quanto quella dei “giusti”, che ieri salivano le montagne per portare in salvo ebrei e perseguitati politici in fuga dal regime nazista. Insieme con la SAT e la sua sezione di Mori e con il CNCA Trentino Alto Adige ci regaliamo una gita in montagna per stare insieme, per gustarci l’estate e per scoprire che il problema degli altri #ciriguarda.

22.06, dalle 12
presso il Parco Miralago, Riva del Garda
Il mondo in piazza
Informare, Conoscere, Accogliere
con Associazione 46°parallelo, Atlante delle Guerre e dei Conflitti del Mondo, ACAV Associazione Centro Aiuti Volontari, ATAS onlus, Associazione Trentina Accoglienza Stranieri, UISP Trentino, in collaborazione tecnica con Filmwork e in qualità di media partner il giornale online Il Dolomiti. Il progetto è finanziato dalla Provincia Autonoma di Trento e trova il supporto dei Comuni di Altavalle, Arco, Contà, Lavis, Malé, Ossana, Riva del Garda e Trento
Questo evento è parte di un progetto in 8 tappe, che tra l’estate e l’autunno 2019 svilupperà il tema delle migrazioni dall’accoglienza della diversità, alla storia dell’emigrazione trentina passando per lo spopolamento delle valli alpine a seguito dell’emigrazione.
Programma:
12.00: apertura mostra fotografica di Fabio Buciarielli, con le foto scattate durante la guerra in Libia.
14.30 – 16.30: giochi di strada per grandi e piccini con gli operatori UISP (calcio, basket e giocoleria). Angolo per creare una spilla personalizzata a cura di ATAS. Skateboard con Andrea Righi e i ragazzi di skateboarder Africa.
16.30 – 17.30: La Giornata Mondiale del Rifugiato: progetti di inclusione sociale e cultura a Riva del Garda, a cura di Atas, Cooperativa Arcobaleno, Fondazione Comunità Solidale. Gli interventi saranno trasformati in fumetto da Flavio Rosati, “Il Flaviatore”, che ci accompagnerà fino alle 19.00.
17.30 – 18.00: Nicola Bonelli presenta il suo libro: “La soggettività del migrante lungo la frontiera Europa”- editore Tracce.
18.00 – 18.15: aggiornamento sulla situazione ugandese curato da ACAV, “Uganda: un modello di accoglienza”.
18.15 – 19.00: intervento di Raffaele Crocco, presidente dell’Associazione 46°parallelo – L’Atlante dei Conflitti e delle Guerre del Mondo, dal titolo “Le migrazioni oggi”. Da testi dell’Atlante delle Guerre e dei Conflitti del Mondo.
19.00 – 20.00: aperitivo a cura dell’ Associazione “Sotto lo stesso cielo”.
20.00 – 21.00: spettacolo teatrale a cura della compagnia teatrale F.a.r.m. (Fabbrica dei Racconti e della Memoria), “Eisbolé”.

29.06, dalle 11.30
presso Casa s.Francesco, via dell’Ora del Garda, 45, Spini di Gardolo, Trento
Muri che uniscono
Aperitivo tra colori, arte e percorsi di pace
con Contra la pared, Alchemica e APS Carpe Diem. Con il sostegno finanziario di Fondazione Trentina per il Volontariato Sociale Ufficio Svolta – Sviluppo Volontariato Trentino Attivo
Possiamo trasformare un muro da oggetto che ci divide a mezzo di comunicazione e scambio? Possiamo trasformare le nostre comunità rendendole includenti e accoglienti? Venite a scoprire di quante cose può parlare un muro! L’evento conclude il progetto Muros Que Unen, un laboratorio di intercultura ed espressività artistica, che dal dal 4 maggio 2019 al 22 giugno 2019 ha messo insieme il talento di tante persone senza badare al luogo di nascita e ha previsto la creazione di un un murales, che sarà inaugurato per l’occasione.