I dati rilevati dall’Ufficio studi e ricerche della Camera di Commercio di Trento confermano che, nel secondo trimestre del 2019, il fatturato complessivo realizzato dalle imprese esaminate aumenta dell’1,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Pur rimanendo ancora moderatamente positivo, il dato conferma la fase di rallentamento in atto da inizio anno.

La domanda interna continua a crescere, ma su ritmi più contenuti. In particolare, nel secondo trimestre di quest’anno, si riscontra un buon andamento della domanda nazionale, che aumenta su base annua del 3,7%, mentre rallenta la domanda locale rispetto ai trimestri precedenti (+1,3%).

Le esportazioni evidenziano un sensibile rallentamento (+0,3%), tuttavia va opportunamente segnalato che si tratta di una variazione in aumento, che migliora ulteriormente i valori record rilevati nel secondo trimestre del 2018.

I settori che si caratterizzano per una variazione decisamente positiva del fatturato su base tendenziale sono il commercio, al dettaglio (+6,3%) e all’ingrosso (+6,1%), i servizi alle imprese (+5,0%) e il comparto estrattivo (+3,5%).
Il manifatturiero evidenzia una crescita molto contenuta (+0,8%), mentre i settori che si caratterizzano per una contrazione dei ricavi delle vendite sono i trasporti (-3,3%) e le costruzioni (-5,9%).

La variazione tendenziale del fatturato risulta positiva per le imprese di media dimensione con un numero di addetti compreso tra 11 e 50 (+4,6%) e per le unità più piccole fino a 10 addetti (+3,2%). Leggermente negativo l’andamento dei ricavi delle vendite evidenziato dalle grandi imprese (-0,3%).

Dopo la crescita sostenuta che aveva caratterizzato tutti i trimestri dello scorso anno, l’occupazione, in linea con il primo trimestre, evidenzia una lievissima contrazione (-0,1%).
Le variazioni positive più marcate si rilevano nei settori del manifatturiero e delle costruzioni, mentre si evidenziano delle contrazioni leggermente più significative presso i settori del commercio e dei servizi alle imprese.
L’andamento occupazionale presso le unità di più piccola dimensione (fino a 10 addetti) è in contrazione (-2,3%), mentre risulta in leggera crescita tra le medie (tra 11 e 50) e le grandi imprese (oltre 50) con aumenti pari, rispettivamente, a +2,3% e a +0,6%.

La variazione tendenziale della consistenza degli ordinativi risulta ancora positiva (+10,5%) anche in questo secondo trimestre del 2019 e, pur con intensità diverse, trasversale a buona parte dei settori esaminati.

I giudizi degli imprenditori sulla redditività e sulla situazione economica dell’azienda evidenziano una situazione in linea con il precedente trimestre e in miglioramento rispetto a quelli già piuttosto positivi dello scorso anno.

“In buona sostanza – ha commentato Giovanni Bort, Presidente della Camera di Commercio di Trento – i dati dell’indagine congiunturale, relativi al secondo trimestre 2019, confermano il quadro già delineato nel periodo precedente. Tuttavia, le previsioni per i prossimi mesi rimangono difficili da tracciare e risultano inevitabilmente influenzate dall’incerta evoluzione del contesto internazionale e italiano. Ciò che però fa ben sperare è il clima positivo che si registra presso gli imprenditori che rivelano un moderato ottimismo sia rispetto alla situazione attuale sia in termini prospettici”.

 

 

Slide II trim 2019