PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

"Trentino news" - settimanale di informazione -

- - - - - -

 

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

"Giornata dell'Autonomia" - video Tv integrale -

In questo contesto in cui ci sono forze politiche, e non solo, contrarie alle esigenze delle persone e che guardano solo ai costi e non ai benefici mi rincuora la notizia che a partire da settembre sarà disponibile l’intero blocco travaglio/parto con la sala operatoria dedicata.

Infatti uno dei requisiti previsti dal Comitato Percorso Nascita Nazionale per la riapertura del punto nascite in Val di Fiemme era la realizzazione di una sala operatoria dedicata. I lavori si sono conclusi in anticipo rispetto alle previsioni e la sala, così come le attrezzature e le tecnologie sanitarie, rispondono in pieno ai requisiti di conformità e sicurezza indispensabili per le mamme e i nascituri.

Belle notizie che si contrappongono a dichiarazioni, quelle fatte da alcuni esponenti del PATT, che non onorano gli sforzi fatti da tutti coloro che hanno collaborato per dare maggiore dignità a tante donne della Val di Fiemme e Fassa. Quello che forse sfugge (o peggio, non vuole essere preso in considerazione) da uno dei partiti di opposizione è che non possiamo farci dettare l’agenda delle priorità politiche solo da puri calcoli economici, ma è necessario mantenere un’ottica di insieme e comprendere che la riapertura del punto nascita è legata all’appartenenza ad un’area orograficamente difficile, quale è appunto un territorio di montagna dove è fondamentale garantire ai nostri valligiani i servizi essenziali. La riapertura poi è stata anche una risposta alla forte richiesta che è venuta dal basso, dal territorio, e – per noi – ciò che viene richiesto a gran voce dai cittadini diventa una necessità.

Questo quanto dichiarato in una nota dal Consigliere provinciale della Lega Salvini Trentino Gianluca Cavada