VIDEONEWS & sponsored

(in )

CAVADA (LEGA) * OLIMPIADI 2026: « IN TRENTINO ARRIVERANNO 120 MILIONI, NECESSARI PER GARANTIRE LA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE E SOCIALE »

In Trentino arriveranno – grazie alla recente firma del decreto ministeriale – 120 milioni di euro per realizzare alcune prioritarie opere infrastrutturali necessarie a favorire la mobilità nei territori che ospiteranno le Olimpiadi invernali del 2026, al fine di garantirne la sostenibilità ambientale e sociale.

Voglio ricordare che la somma di 120 milioni di euro si aggiunge a quella di 62 milioni di euro prevista dalla Provincia Autonoma di Trento per l’ammodernamento di impianti come l’Ice Rink di Baselga e per i due impianti di Fiemme: lo stadio del fondo del lago di Tesero e il trampolini di Predazzo. Impianti sportivi che saranno finanziati su decisione dell’attuale

Giunta che ha da sempre creduto nel progetto delle Olimpiadi invernali anche in Trentino.

Inoltre, riguardo ad alcune opere complementari e fondamentali per lo sviluppo del territorio e dei collegamenti tra Val di Fiemme, Fassa, Altopiano di Pinè e Trento, non posso far a meno di ricordare il BRT – che ha un costo inferiore a tanti altri progetti teorizzati ma di difficile realizzazione – e l’acquisto dei relativi mezzi di trasporto ecologici, il potenziamento della stazione di scambio di Cavalese e il miglioramento della strada della VaIfloriana, senza dimenticare l’interconnessione tra la Sp 71 e Sp 81.

Sono a riguardo particolarmente soddisfatto dal momento che è stata data grande importanza a questi eventi sia da parte della Provincia Autonoma di Trento con i 62 milioni di euro, sia da parte dello Stato con i 120 milioni di euro, finanziamenti che complessivamente produrranno ricadute economiche e di immagine importanti per il nostro Trentino.

 

*
Questo quanto dichiarato in una nota dal Consigliere provinciale Gianluca Cavada