VIDEONEWS & sponsored

(in )

CAVADA, GUGLIELMI E DE GODENZ * OSPEDALI DI VALLE : « BALUARDI DELLA DIFESA DI UNO DEI PIÙ FONDAMENTALI DEI DIRITTI, CAPACI DI AFFRONTARE GRANDI SFIDE »

Esprimiamo particolare soddisfazione per l’iniziativa della Comunità territoriale della Val di Fiemme e del Comun General de Fascia, nelle persone della Procuradora e Senatrice Elena Testor, del Presidente della Comunità di Valle Giovanni Zanon e dei Sindaci di Valle, per aver organizzato il momento di ringraziamento e di riflessione tenutosi stamane presso l’Ospedale di Cavalese, al quale ha preso parte anche il Presidente Fugatti, accompagnato dall’assessore Segnana, dal dott. Bordon e dal dott. Ruscitti: l’occasione è stata propizia per ringraziare gli operatori sanitari che durante questi lunghi mesi di pandemia si sono prodigati senza sosta a difesa della salute pubblica, rimettendo al centro del dibattito pubblico la competenza della sanità trentina e la dedizione dei suoi spesso dimenticati operatori.

La grave situazione sanitaria che abbiamo vissuto ha però dimostrato la centralità degli ospedali di valle, baluardi della difesa di uno dei più fondamentali dei diritti e capaci, come constatato, di affrontare grandi sfide nonostante le ridotte dimensioni: riteniamo quindi che questa esperienza debba far riflettere la politica tutta sull’importanza dei nosocomi periferici i quali, visto anche il sempre maggiore sovraccarico degli ospedali centrali, devono tornare “al centro” della politica sanitaria ed essere costantemente valorizzati.

In particolare, l’Ospedale di Cavalese, presidio di riferimento per le valli di Fiemme, Fassa e Cembra, è da tempo al centro di una lungaggine burocratica che, ancora oggi, impedisce di determinarne con certezza il futuro, con conseguente preoccupazione dei valligiani e degli operatori sanitari che ivi lavorano. Ringraziamo quindi il Presidente Fugatti per le parole di attenzione e di apprezzamento nei confronti del nostro Ospedale e, anche in vista delle Olimpiadi, auspichiamo che allo stesso siano trovati spazi e risorse adeguate, quantomeno fino alla realizzazione della nuova struttura ospedaliera.

Questo quanto dichiarato dai Consiglieri provinciali Gianluca Cavada, Pietro De Godenz, Luca Guglielmi