VIDEONEWS & sponsored

(in )

CATTOI * SICUREZZA VALLAGARINA E ALTO GARDA: ” I PARLAMENTARI DELLA LEGA SI SONO GIÀ ATTIVATI PER LA CARENZA DI FORZE DELL’ORDINE IN TRENTINO “

Leggo sulla stampa locale di oggi, sabato 5 maggio, l’invito rivolto a noi, parlamentari della Lega, da parte dei due coordinatori del Patt Trentino, Conci e Padergnana, pare tuttavia strano constatare come ripongono più fiducia in noi rispetto ai loro parlamentari che fino a ieri sedevano in diversi fra i banchi del Parlamento (in questa legislatura hanno solo un unico onorevole a rappresentarli ma forse lo hanno pure scordato).

Premesso ciò vorrei ricordare che sulla sicurezza abbiamo già presentato diverse interrogazioni fra le quali una che chiedeva, al Ministro dell’Interno, per la questione sicurezza parchi di Rovereto, di verificare anche la carenza delle forze dell’ordine in generale su tutto il nostro territorio Provinciale e là dove venisse confermata l’inferiorità di organico a ruolo di provvedere a reintegrare il personale nel più breve termine possibile.

Oltre a ciò che abbiamo già presentato, settimana prossima, depositeremo un ulteriore interrogazione Parlamentare per sollevare nuovamente la questione entrando nello specifico della richiesta di garantire il servizio di pattugliamento notturno da parte della Polizia soprattutto in vista della stagione estiva ormai alle porte questo per assicurare il giusto controllo ed il sicuro presidio del territorio della Bassa Vallagarina non solo per i turisti che arriveranno ma soprattutto per i nostri concittadini.

Ricorderemo al Ministro che il nostro territorio Trentino ha una peculiarità orografica tale per cui presidiare e pattugliare 50 km in alcune zone soprattutto di montagna è diversa cosa che farlo in pianura padana, pertanto, i criteri da tenere in considerazione non sono solo le statistiche legate ai furti ed alla criminalità che, nel Basso Trentino, grazie ad un efficientissimo lavoro svolto dalle nostre forze dell’Ordine, sono di gran lunga migliorate, ma anche le caratteristiche territoriali e le diverse necessità da queste conseguenti devono essere sempre valutate.

Ricordiamo infine che nella peggiore delle ipotesi si potrebbero rivedere le ripartizioni dell’organico della Polizia ma senza sopprimere il turno di pattugliamento notturno che riteniamo debba essere sempre garantito visto e considerato che ladri e malintenzionati, solitamente, entrano in azione soprattutto nella fascia serale e notturna più che diurna.

Se i Sindaci si uniranno in forza per chiedere anche loro una tutela di garanzia del presidio dei loro territori sicuramente si potranno aver risposte celeri sul tema poiché ricordo che, la dove la volontà politica dei primi cittadini è presente, si può ottenere anche l’impiego di forze armate per il presidio di strade, stazioni e mezzi pubblici ma fintanto che quest’ultimi si limitano a statistiche o riconducono la questione ad una mera sensazione di insicurezza significa che non si ha la volontà di risolvere un problema importante come questo.

La sicurezza dovrebbe essere un tema a cuore a tutti, ringraziamo Conci e Padergnana per attribuire a noi della Lega l’appellativo di garanti della sicurezza ma piuttosto di aver così a cuore il nostro operato dovrebbero “ringraziare” i loro precedenti rappresentanti parlamentari visto che proprio loro hanno sostenuto il Pd votando oltre alla depenalizzazione dei reati minori anche gli svuota carceri che hanno rimesso in strada delinquenti a scapito della tutala della sicurezza di tutti noi.

 

*

On.le Vanessa Cattoi