VIDEONEWS & sponsored

(in )

CASSA RURALE ROTALIANA E GIOVO * PREMI STUDIO 2020 : « QUARANTADUE NEOLAUREATI E QUINDICI NEODIPLOMATI SONO INTERVENUTI IN DIRETTA PER CONDIVIDERE SOGNI, PROGETTI ED ASPIRAZIONI »

Due appuntamenti a inizio dicembre. Il primo martedì 1, il secondo mercoledì 9. Due date per altrettante serate-evento dedicate ai premi di studio della Cassa Rurale Rotaliana e Giovo, banca di comunità dalla fine dell’Ottocento e istituto di credito che coniuga nella quotidianità della sua azione principi ispiratori e modus operandi di una banca moderna che guarda all’oggi proiettato al domani.

E il domani delle comunità si esprime ed è affidato anche ai giovani, diplomati e laureati, che hanno ricevuto il riconoscimento della Cassa Rurale. “Quello dei premi di studio è un appuntamento tradizionale ma non scontato – è stato precisato – perché i giovani per meritare il premio hanno ottenuto risultati di alto livello, in alcuni casi di assoluta eccellenza nel proprio percorso formativo”.

Complessivamente sono stati “cinquantasette i riconoscimenti assegnati: quarantadue a chi ha concluso gli studi universitari; quindici a chi ha ultimato le scuole superiori e ottenuto il diploma di maturità. Ai premiati è stata riconosciuta una somma in denaro compresa fra i 300 e i 500 euro, a seconda del titolo conseguito”.

Le due serate non si sono limitate a consegnare i riconoscimenti e ringraziare pubblicamente i premiati. I vertici della Cassa Rurale Rotaliana e Giovo, il presidente Mauro Mendini e il direttore generale Paolo Segnana, hanno offerto loro un’occasione per “condividere sogni, progetti e aspirazioni”.

Quarantadue giovani (29 laureati e 13 diplomati) hanno scelto di raccogliere la sfida di raccontare e raccontarsi in webcam. “Diversissime le loro storie, tutte però accomunate dalla voglia di mettersi in gioco e di fare la propria parte per cambiare le cose in meglio – viene spiegato – Molti neolaureati possono vantare esperienze all’estero. Per alcuni l’intero percorso di studi universitari. Per altri un periodo di Erasmus. Alcuni di loro sono già entrati con successo nel mondo del lavoro, mentre altri intendono proseguire la formazione con dottorati o master”.

Le tematiche sociali, ma anche quelle legate all’ambiente e alle energie rinnovabili, sono state al centro degli interventi delle ragazze e dei ragazzi che hanno ultimato le scuole superiori. “Molto significativa la testimonianza di Debora Dalfovo – viene precisato – premiata lo scorso anno per i suoi studi sulla Cooperazione ed entrata ora nello staff della Cassa Rurale”.

Gli interventi degli studenti sono stati moderati dal direttore Paolo Segnana che ha ribadito “il valore dello studio come motore potentissimo di crescita e cambiamento, individuale e collettivo. Certo, celebrare online i vincitori dei premi allo studio non è lo stesso che festeggiarli in presenza. Ma questo – ha aggiunto – è stato un modo scelto dalla Cassa Rurale per mantenere l’impegno preso con la comunità, vale a dire sostenere i talenti e valorizzare le energie e le risorse che emergono nel territorio. La speranza, naturalmente, è quella di ritrovarsi al più presto in presenza per riallacciare quei legami che hanno bisogno di vedersi negli occhi e di stringersi la mano”.

I PREMIATI

Laureati

Erlicher Fabiano (Facoltà di Lettere e Filosofia), Brugnara Anna (Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale), Pellegrini Lorenzo (Dipartimento di Economia E Management), Piffer Sofia (Facoltà di Medicina e Chirurgia), Berti Silvia (Facoltà di Psicologia – Clinica dello Sviluppo), Chistè Sofia (Beni Culturali), Dalfovo Jessica (I Livello in Clarinetto), Dalfovo Debora (Dipartimento di Economia e Management), Brugnara Giorgia (Scienze della Formazione Primaria), Bee Alessia (Studi Storici e Filologico Letterari), Dalla Brida Margherita (Dipartimento di Geoscenze), Ferrari Davide (Ingegneria per l’ambiente e il territorio), Convertino Denis (Architettura: Tecniche e Culture del Progetto), Zancanella Eric (Scienze Storiche), Tessadri Alice (Fisioterapia), Tessadri Giorgia (Studi Internazionali), Rivi Matteo (Giurisprudenza), Pedot Mara (Psicologia), Casagrande Rebecca (Scienze e Tecniche Psicologiche), Leonardelli Arianna (Fisioterapia), Zeni Maddalena (Ingegneria per l’ambiente e il territorio), Coller Arianna (Teaching and Scientific Comunication), Malfatti Massimo (Ingegneria Chimica), Falavigna Diana (Giurisprudenza), Zeni Isabella (Scienze e Tecniche di Psicologia Cognitiva), Fioretta Pietro (Ba Geography), Gottardi Raffaela (Sociologia), Tait Samuele (Scienze delle Attività Motorie e Sportive ), Rampanelli Sara (Scienze della Vita Agraria), Pellegrini Antony (Viticoltura e Enologia), Gottardi Simone (Musica Elettronica), Pedri Daniel (Scienze e Tecnologie Agrarie), Tiefenthaler Stefano (Viticoltura e Enologia), Uguzzoni Lisa Maria (Design della Comunicazione), Bebber Chiara (Filosofia), Pellegrini Michela (Scienze e Tecnologie Alimentari), Franch Janis (Ingegneria), Pizzini Margareth (Scienze Internazionali), Dagostin Alice (Giurisprudenza), Cattani Vivian (Facoltà di Economia e Management), Callegari Letizia (Graphic Design e Multimedia), Gottardi Alessio (Informatica).

Diplomati

Dallapiccola Pietro (Liceo Scientifico Galileo Galilei Trento), Malpaga Michela (Istituto Martino Martini Mezzolombardo), Sorrentino Sara (Liceo Bertrand Russel Cles), Dalla Torre Luca (Istituto Tecnico Tecnologico Buonarroti Trento), Manica Maria Chiara (Liceo Scientifico Galileo Galilei Trento), Lorandini Beatrice (Liceo Antonio Rosmini Trento), Sartori Paolo (Istituto Pavoniano Artigianelli Trento), Joppi Jeremy (Istituto Tecnico Tecnologico Buonarroti Trento), Brugnara Filippo (Istituto Tecnico Economico A. Tambosi Trento), Cologna Iris (Liceo Antonio Rosmini Trento), Callegari Alice (Istituto Tec A.F.M. Aniene di Roma), Paolazzi Elena (Istituto Pavoniano Artigianelli Trento), Mazzoni Maria Luisa (Istituto Martino Martini Mezzolombardo), Sartori Sara (Istituto Tecnico Tecnologico Buonarroti Trento), Beatrici Camilla (Liceo Antonio Rosmini Trento).