QUALI SONO I VERI NUMERI DELLA PANDEMIA IN TRENTINO?

Diretta video a cura di "Trentino In Azione "

***

VIDEOINTERVISTA AL SEGRETARIO UIL FPL TRENTINO

MARCELLA TOMASI

Focus su: « Pat ed Enti Locali/ Covid / Contratti Collettivi / Scuola / Centrosinistra e Lega

il Presidente di ANCE Trento, l’Associazione Trentina dell’edilizia, Giulio Misconel e il Presidente del Gruppo Cassa Centrale Credito Cooperativo Italiano, Giorgio Fracalossi, in rappresentanza delle 15 Casse Rurali Trentine, hanno siglato oggi un accordo con il quale si intendono perseguire e valorizzare le misure già messe in campo a favore della riqualificazione energetica e strutturale del patrimonio immobiliare trentino, nell’ambito delle opportunità previste dal c.d. Superbonus 110%.

Con tale accordo, connotato da spirito di trasparenza e collaborazione, le Casse Rurali Trentine, con il fine di stimolare l’efficacia delle agevolazioni previste dalle norme fiscali, si rendono disponibili a valutare l’attivazione di linee di finanziamento, anche beneficiando del Fondo di Garanzia per le PMI del Mediocredito Centrale, a sostegno delle imprese di ANCE Trento impegnate negli interventi agevolati. In particolare, le Casse Rurali potranno concedere finanziamenti nella forma dell’anticipo su contratti e/o fatture, con facoltà di estinzione delle linee di credito con la cessione delle detrazioni d’imposta, nonché acquisire i crediti d’imposta relativi agli interventi di riqualificazione energetica e strutturale, attraverso la modalità dello sconto in fattura e con la liquidazione dei crediti stessi tramite cessione pro-soluto.

Lo scopo dell’accordo risiede quindi nella volontà di incentivare il finanziamento dei lavori di riqualificazione e fornire alle imprese l’opportunità di monetizzare il credito fiscale ricevuto in pagamento.

Le imprese aderenti all’Associazione Trentina dell’Edilizia-ANCE Trento confidano che dal connubio tra le opportunità fiscali che caratterizzano i lavori di riqualificazione nell’ambito del Superbonus 110% e le misure creditizie che potranno scaturire in attuazione dell’accordo stipulato oggi, possano crearsi le migliori condizioni di successo degli interventi di riqualificazione del patrimonio edilizio esistente, a salvaguardia anche dell’ambiente e per il miglioramento della sicurezza e della vivibilità degli edifici.

Soddisfazione è stata quindi espressa dai due Presidenti Misconel e Fracalossi, per la stipulazione di un accordo che intende avvicinare ulteriormente le imprese edili di ANCE Trento al mondo del Credito Cooperativo regionale.