VIDEONEWS & sponsored

(in )

CARMEN MARTINI (M5S) * ELEZIONI TRENTO 2020: « IL NOSTRO PROGRAMMA ELETTORALE, L’UNICO VERO OBIETTIVO È IL BENE DEI CITTADINI

MUOVIAMOCI GRATIS
La Mobilità è un bene imprescindibile. L’utilizzo dell’automobile dev’essere modulato al fine di ridurre alcuni problemi sociali quali traffico, inquinamento, incidenti mortali. La Commissione Europea dei Trasporti ha sviluppato una serie di linee guida con cui le amministrazioni locali possano raggiungere l’obiettivo europeo: diminuire drasticamente la congestione e il traffico automobilistico. Il Trasporto Pubblico è la principale soluzione a questi problemi. Incentivarlo permetterà di ridurre il numero di mezzi circolanti, le emissioni nocive, gli incidenti stradali, oltre a ridurre i tempi di trasferimento e i costi per la cittadinanza. Il M5S si attiva per un trasporto pubblico efficiente, veloce, energeticamente sostenibile, propone l’estensione della gratuità, la costruzione di una metropolitana o di una rete efficiente di mezzi, che colleghi gli estremi della città, un sistema parcheggi di attestamento periferici serviti da bus gratuiti per entrare in città, la costruzione e manutenzione di piste ciclabili dedicate e sicure, sui modelli dei paesi del nord, ricercando e sfruttando le risorse europee a disposizione per progetti di mobilità alternativa

 

MANTENIAMOCI GIOVANI

Gli over-64 anni a Trento sono oltre 27mila e l’età media è in aumento: il M5S propone maggiori servizi domiciliari con costi minori per le famiglie, il censimento degli edifici inutilizzati che possano essere adibiti a Cohousing (nuovo modo di abitare collaborativo), spazi e attività ricreative e iniziative mirate di tipo culturale, sociale e motorio, servizio veterinario agevolato per i piccoli animali che vivono con gli anziani soli

 

SPAZIO ALLE NUOVE GENERAZIONI

Bambini e giovani costituiscono circa il 30% della popolazione della città: il M5S propone la riduzione delle tariffe dell’asilo nido con obiettivo la gratuità, l’individuazione di spazi di aggregazione giovanile per attività culturali e ricreative, una decisa agevolazione dell’accesso alle strutture sportive. Coinvolgendo i giovani sono poi da ricercare luoghi e modalità per garantire la possibilità di una sana e discreta movida itinerante

 

COINVOLGIAMOCI

I quartieri di Trento sono molto diversi fra loro e presentano esigenze diverse: il M5S propone di cambiare la modalità di rapporto tra Comune e cittadini dei quartieri attraverso un confronto sistematico (assemblee), ridefinendo e valorizzando il ruolo delle circoscrizioni

 

UN’IMPRESA PER I GIOVANI E LE DONNE

Il periodo di emergenza sanitaria legata al Covid-19 ha inciso sulle attività economiche di piccole dimensioni: il M5S propone forme di incentivazione di botteghe, attività artigianali e professionali nel centro storico e nei quartieri, per
favorire la piccola imprenditoria giovanile e femminile orientate alla valorizzazione di prodotti e peculiarità locali

 

LA CITTÀ GUARDA IN ALTO

Il Monte Bondone è la Montagna di Trento: il M5S propone la stesura di un Piano di valorizzazione e sviluppo condiviso dai cittadini. La costruzione della funivia deve rispondere agli obiettivi del Piano che vede al centro i cittadini. Un’idea è quella della costruzione di un centro benessere sul modello di altre località alpine. Ambiente e servizi a misura dei cittadini di Trento sono poi adatti anche ad una forma di turismo sostenibile

 

MI ILLUMINO DI TRENTO

I costi dell’energia sono alti e sono in aumento le famiglie che fanno fatica a pagare le bollette: il M5S propone l’introduzione del reddito energetico, progetto

che permette ai richiedenti l’installazione gratuita di un impianto fotovoltaico che lascia alla rete elettrica la parte non utilizzata dell’energia prodotta. Ciò permette la riduzione del costo delle bollette delle famiglie mentre il ricavato generato dalle eccedenze si aggiunge al fondo comunale che finanzia l’iniziativa

 

TRENTO VERDE, BIO, A KM 0

Agricoltura e allevamento sono attività tradizionali che valorizzano il nostro territorio: il M5S propone di sostenere il comparto con idoneo presidio e attenta cura del territorio, assicurare la protezione del patrimonio boschivo e il recupero di zone danneggiate e inquinate, la promozione di coltivazioni biologiche e biodinamiche e la vendita di prodotti a km 0, ampliamento e diffusione nei quartieri del mercato contadino

 

ATTENZIONE PER I NOSTRI AMICI ANIMALI

Da tutte le circoscrizioni provengono richieste di predisporre o migliorare le strutture “aree-cani” che risultano carenti in tutta la città. Si propone di ampliare il bacino di accoglienza e fruibilità delle stesse per una realtà sempre più numerosa dei nostri amici a quattro zampe.

 

VIVIAMO IL FERSINA

Il M5S sostiene ed intende portare avanti un progetto di recupero e valorizzazione del torrente Fersina. Il mancato presidio del territorio favorisce fenomeni di degrado quali l’abbandono di rifiuti, prova ne è la giornata di pulizia del tratto di torrente dall’Orrido di Ponte Alto in su, organizzata nel marzo 2019, che ha permesso di recuperare quasi 4 tonnellate di rifiuti. Si prevede un accesso alla forra nella parte inferiore, accessibile ai disabili con piazzole di sosta, un percorso che costeggi il torrente nel canyon con possibilità di tratto attrezzato tipo “via ferrata”, due aree attrezzate per l’arrampicata sportiva, un’area attrezzata per la pratica dell’arrampicata mista invernale. Lungo tutta la forra è prevista l’organizzazione di attività di River Trekking, una disciplina che prevede escursioni accompagnate di risalita controcorrente del torrente.

 

NUTRIAMOCI DI CULTURA

Il M5S propone di considerare alcune strutture di pregio della città che stanno subendo un degrado ingiustificato e potrebbero essere ristrutturate ed utilizzate per attività culturali dedicate a cittadini e turisti. Si tratta dell’ex Questura (antiche scuderie dei principi vescovi) di piazza della Mostra, dell’ex Provveditorato di vicolo Santa Margherita e dell’ex convento Agostiniani in vicolo San Marco.
Si ritiene necessario un progetto complessivo da un punto di vista urbanistico, che valorizzi così anche il quartiere nel quale sono inserite le strutture, in un percorso archeologico, storico, artistico nel quale possono trovare posto un museo archeologico, un museo storico e del Concilio, una biblioteca dedicata, aule didattiche e altro, anche in collegamento con l’università. Un altro complesso interessante da recuperare ad usi collettivi è l’ex Santa Chiara.

 

*

Carmen Martini

Candidata sindaca M5S