News immediate,
non mediate!

CARABINIERI – TRENTO * #IO RESTOACASA: « DURANTE LE CENTINAIA DI CONTROLLI EFFETTUATI TROVATI TANTI CHE SENZA RAGIONE NON HANNO RISPETTATO IL VETO »

Scritto da
17:10 - 19/03/2020

Fino a ieri nel Paese erano 43mila i denunciati, che non hanno rispettato il divieto di uscire di casa se non strettamente necessario, mentre 31 mila sono i contagiati.

Non è tollerabile che gli irresponsabili mantengano dei livelli così alti rispetto agli incrementi quotidiani di coloro che risultano positivi al virus! Stare a casa è indispensabile!!!!
Anche ieri, durante le centinaia di controlli effettuati sono stati trovati, troppi che senza ragione non hanno rispettato il veto:

– una persona originaria di Lasino e residente in Lombardia stava passeggiando spensieratamente a Pergolese;
– due minorenni, incoscientemente, si sono allontanati da Trento, all’insaputa dei genitori, che erano a lavoro;
– quattro operai di un cantiere edile di Egna, al momento inattivo, hanno deciso di fare una passeggiata nell’area Rotaliana;
– tre giovani, reduci da una festa in casa a Predazzo, erano nell’abitato e sono stati anche denunciati per ubriachezza molesta;
– tre stranieri hanno dichiarato di essere stati a trovare degli amici, poiché avevano avuto la necessita di acquistare prodotti pakistani.

Comunque, proseguono gli ordinari servizi di prevenzione, sebbene tutti i reati siano in forte calo, così lungo la riva dell’Avisio, la Stazione di Lavis ha individuato una 40enne di Sover e un 35enne tunisino, che alla vista dei Carabinieri hanno inutilmente cercato di disfarsi di 11 dosi di cocaina (per circa gr.21) e sono stati bloccati.

Le successive perquisizioni alle abitazioni dei due hanno condotto a sequestrare anche €530, ricavati verosimilmente dall’attività di spaccio, pochi grammi di hashish e marijuana, oltre a 2 bilancini di precisione. L’epilogo è stata la denuncia di entrambi per detenzione di stupefacenti al fine di spaccio.

I carabinieri del Provinciale di Trento, proseguono nell’impegno a favore delle popolazioni dei 166 comuni di competenza, per contenere la diffusione del CoViD-19, senza abbandonare le ordinarie attività d’Istituto, la collaborazione dei cittadini è -in entrambi i compiti- un fattore determinante per il completo successo del loro lavoro.

Categorie Articolo:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.