PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

Covid-Free (6 puntata format Tv)

***

ASSOCIAZIONE TRANSDOLOMITES

Intervista al Presidente Massimo Girardi

(Progetto Ferrovia Avisio - Mobilità di valle - Trasporto Brt)

Carabinieri di Rovereto. controlli del territorio. Un arresto per spaccio. I Carabinieri della Compagnia di Rovereto, impegnati nei quotidiani servizi di controllo del territorio, coordinati dal Comando Provinciale di Trento, hanno arrestato un ventenne per spaccio di stupefacenti.

I militari, che in questi giorni pieni di sole stanno ponendo maggiore attenzione alle frequentazioni dei parchi cittadini, notando un giovane extracomunitario, già conosciuto, presso il parco lungo Leno destro, hanno predisposto un servizio di osservazione, che si concludeva positivamente. Infatti, il 20enne gambiano veniva beccato mentre spacciava ad altro giovane, immediatamente bloccati, veniva trovato in possesso di 67 dosi di hashish (43 grammi circa) e 100 euro, verosimilmente, provento dell’attività delittuosa.

Successivamente, veniva eseguita anche la perquisizione al suo alloggio di fortuna presso l’ex campo della frazione Marco, dove venivano rivenuti altri 600 euro, un coltello e materiale per il confezionamento della droga.

A termine delle operazioni di rito, l’arrestato è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia in attesa della direttissima, tenutasi nella mattinata odierna (patteggiato un anno e sei mesi con obbligo di firma a Trento), mentre l’altro ragazzo, identificato, è stato segnalato al Commissariato del Governo per la PAT quale assuntore di stupefacenti.
Nello stesso contesto, sono stati perlustrati i diversi parchi cittadini, controllando 75 persone.

Continua incessante l’attività di prevenzione nella Vallagarina da parte dei Carabinieri di Rovereto, che sia d’iniziativa e sia su richiesta del cittadino, con il costante e usuale impegno, assicurano la sicurezza di tutti, che non si limita ai soli controlli su strada, ma tendono anche alla formazione di una coscienza sociale già nelle scuole, quotidianamente monitorate dai militari per tenere lontano i più giovani dalla droga.

Numerosi sono gli incontri con studenti professori e genitori nelle scuole trentine che i Carabinieri del Provinciale di Trento tengono per cercare di creare un network, per promuovere interventi educativi e in-formativi, in grado di fornire strumenti efficaci a riconoscere e combattere il disagio e gli stili di vita a rischio, “sponsorizzando” stili sani e responsabili.