VIDEONEWS & sponsored

(in )

CARABINIERI BORGO VALSUGANA (TN) * UNA DENUNCIA PER MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA E LESIONI PERSONALI

La Compagnia Carabinieri di Borgo Valsugana, impegnata in controlli straordinari del territorio, disposti dal Comando Provinciale di Trento, ha denunciato una donna per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.

Ancora la storia di una donna che, provata nel fisico e nell’animo da anni di violenza, di umiliazioni, di sopportazione in nome dei figli, per far loro da scudo, per non far attirare su di loro le “attenzioni” dell’uomo, un marito una volta premuroso ed un padre, con il tempo, sempre più assente.

Ma una sera, la violenza supera ogni resistenza e la donna, terrorizzata, chiama il 112 ed all’operatore che risponde, chiede aiuto. In pochi, lunghissimi minuti, due equipaggi dei carabinieri la raggiungono e cercano di calmarla, di rassicurarla.

La scena che si presenta ai militari è una casa in disordine, sedie rovesciate, qualche bicchiere infranto, il cibo in terra, una cena finita male. La donna è stata picchiata ed i segni sono chiari, non solo sulle braccia evidentemente protese a difesa. Dopo le cure necessarie, vuole raccontare tutto, denunciare tutto.

Quindici anni di matrimonio, un inizio idilliaco, poi via via un crescendo di umiliazioni prima e di violenze fisiche e psicologiche poi, che le rendono la vita impossibile.

La vittima colloca l’inizio dei comportamenti aggressivi del marito, con la nascita del primo figlio e da allora, ogni tanto è costretta ad andare in ospedale ed accumula referti medici, che consegna ai carabinieri, anche se non vi denuncia la natura delle lesioni. L’uomo viene rintracciato e interrogato ed ammette.

Informata l’A.G., questa dispone l’immediato allontanamento dell’uomo dalla casa famiglia ed il divieto di avvicinarsi alla sua famiglia e viene denunciato in attesa di ulteriori provvedimenti.