VIDEONEWS & sponsored

(in )

CANTINA SOCIALE DI MORI (TN): CIVETTINI, ORA ASSEMBLEA DEI SOCI E DIMISSIONI DEL CDA

(Fonte: Claudio Civettini) – Cantina sociale di Mori: ora in campo posizioni opache di scelte discutibili; prima di chiudere i rapporti con il grande direttore si attenda l’assemblea dei soci si dimetta il cda e si informino i soci.

Oramai il bubbone delle “dimissioni” indotte del Direttore che ha portato successo alla Cantina di Mori e che si volevano silenziate da parte di chi ha generato tale situazione, è scoppiato ed è un fatto pubblico, all’interno del sistema cooperativo, dove i Soci, sono il valore aggiunto.

Ora, con il CDA a scadenza, si vorrebbero determinare le scelte dell’allontanamento “forzato/volontario”, anticipando l’assemblea dei Soci e circola voce che si sarebbe chieste al Direttore uscente, le dimissioni “volontarie “in un clima che sarebbe tutto da chiarire e del quale i Soci, sono esclusi da ogni potere decisionale.

Una posizione che se confermata sarebbe inaccettabile, come sarebbe invece intelligente che all’assemblea, venisse invitato anche il Direttore, per avere un contraddittorio credibile, lasciando ai Soci stessi, la via della scelta del loro futuro.

Invece, circolano le voci più strane, quasi ci fosse la battaglia tra un Davide e un Golia, dove nell’immaginario è ben chiara la regia ma che, nel concreto, nessuno ha il coraggio di parlarne, anche per paura di ritorsioni che, alle nostre latitudini, sarebbero-se confermate-inaccettabili.

Detto ciò, dunque, l’invito ad essere massicciamente presenti all’assemblea dei Soci, con la preghiera che il Cda, abbia l’accortezza di invitare il Direttore per un dialogo costruttivo, che pensi alla Cantina di Mori e non ad altri intrallazzi, affinché in discussione sia il programma di sviluppo della Cantina, senza che vi siano “imputati” scomodi ed eccellenti e senza che il dibattito, si limiti all’esecuzione di un rito che non appartiene di certo, ai Soci della Cantina di Mori.