PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

"Il Trentino news" (puntata n° 14)

Massima solidarietà alla redazione de La Voce del Trentino che è stata vittima stanotte di un’azione vandalica violenta presso la loro sede in centro a Trento a opera di soggetti ignoti che – stando quanto appurato – hanno usato vere e proprie armi per tentare di far irruzione all’interno della sede del giornale online.

Fatti come questi sono l’emblema di come in Italia sia necessario ancora una volta condannare simili atteggiamenti che minano la libertà di stampa e di espressione, libertà che non dovrebbero essere in alcun modo messe in discussione in un Paese occidentale come il nostro.

Eppure la strada per un’effettiva tutela del diritto ad informare e ad essere informati è ancora lunga.Secondo l’Indice della libertà di stampa, una classifica annuale di nazioni compilata e pubblicata da Reporter senza frontiere, l’Italia è posizionata fra gli ultimi Paesi europei e dopo il Ghana, il Burkina Faso e la Namibia.

La strada da fare in merito alla tutela della libertà di stampa è ancora lunga, ma noi della Lega ci siamo e difendiamo tanti editori da attacchi di soggetti, anche pubblici, che, anche in Italia, non si fanno scrupoli nell’intimorire e minacciare chi si occupa di informare in modo libero e indipendente.

Massima solidarietà alla direttrice Elisabetta Cardinali e a Roberto Conci, vittime di quest’odio becero e pericoloso, e a tutta la direzione e a chi collabora con la Voce del Trentino.

È questo quanto dichiarato in una nota dal Segretario della Lega Salvini Trentino Mirko Bisesti