Biancofiore. FI – taglio parlamentari: si per spirito unitario e volontà gruppo, ma centro destra masochista. Si al referendum a scegliere sia popolo.

Voterò il taglio dei parlamentari che ritengo un errore madornale che porterà alla gemmatura di un’élite oligarchica, per spirito di gruppo al quale appartengo da 26 anni e per responsabilità verso la salvaguardia dell’unità della coalizione.

Ritengo però che il centro destra stia sbagliando completamente strategia, l’opposizione se è opposizione deve fare opposizione soprattutto nei confronti di un governo abusivo e contrario alla volontà degli italiani, nato su due presupposti: la sterilizzazione dell’ Iva e il taglio dei parlamentari.

E noi che facciamo ? Diamo l’assist per il goal inatteso ad una maggioranza bolsa, brocca, con numeri risicati, agli antipodi e litigiosa.

Assist e autogoal, un capolavoro di masochismo pari quasi alla crisi di ferragosto, in una partita che secondo me oggi interessa zero agli italiani, preoccupati invece di mettere insieme il pranzo con la cena. Un enorme defibrillatore per i 5 stelle divisi e esanimi.

Essendo pertanto orgogliosamente popolana, popolare e populista ante litteram, apporrò la mia firma al referendum affinché sia il popolo a scegliere se consegnare la democrazia ad una ristretta cerchia controllabile e perciò rischiosa per la democrazia.

 

*

Michaela Biancofiore, parlamentare FI e
coordinatrice regionale del Trentino Alto Adige