QUALI STRATEGIE ITAS PER IL 2020?

Intervista a Raffaele Agrusti, amministratore delegato e Direttore generale

 

A Italia serve Task Force attrezzata da Berlusconi. Modello Venezia a guida Salvini. Squadra Italia uguale squadra del sì. Venezia, Roma, Taranto, Alitalia, lavoro, debito, Pil, Spread,ecc.. l’Italia che ci lasceranno 5 stelle e Pd sembra un film dell’orrore e non basteranno fegato e voti per farla risorgere.

Al Paese serve una vera e propria task force dei migliori campioni del centro-destra maggioritario, attrezzata dalla sapienza emersa con tutta la sua forza nella cornice organizzativo-programmatica delineata oggi dal Presidente Berlusconi in alcune interviste.

Non solo Venezia è patrimonio mondiale, lo è tutto questo nostro Paese che tanto amiamo e che è allo stremo della sopportazione. Io personalmente da dirigente di questo Paese avvilita, sento la responsabilità di appellarmi singolarmente a tutti i leader del centro- trattino – destra, per semplificare da Matteo a Matteo, dal rosa al verde passando ovviamente dal mio azzurro nazionale, – cioè a tutte le forze positive del Paese, affinché si provi ad aggiustarla questa nostra Italia.

Si dia vita ad una vera e propria Squadra Italia, il cui acronimo non a caso è il Sì, a guida ovviamente Salvini perché è la scelta implicita degli italiani, affinché ci sia la possibilità di fare davvero da domani le tre riforme indicate dal Presidente Berlusconi. Riforma del fisco, riforma della burocrazia, riforma della giustizia,Riforma costituzionale in senso federale, libererebbero e farebbero librare il Paese.

Ma smettiamo tutti di raccontarci bugie, la parte politica faccia un gesto di maturità, riconosca che nessuno è in grado di farle da solo, serve una squadra alle spalle che non abbia obiettivi di potere personale mal guidata solo dall’interesse per gli italiani. Cogliamo la generosità offertaci non a caso da un leghista doc, come Giorgetti.

Il modello Venezia invocato in questi giorni è già l’Altra Italia che deve mettere in campo però una Squadra in grado di giocare la partita della vita, dei Sì al di sopra dei no.

 

*

Michaela Biancofiore, parlamentare FI e Coordinatrice del Trentino Alto Adige