VIDEONEWS & sponsored

(in )

AZIONE TRENTINO * EMERGENZA COVID: « DA TEMPO CHIEDIAMO CHE I DATI VENGANO RESI PUBBLICI CON RAPIDITÀ E TRASPARENZA, PRESENTEREMO ALLA GIUNTA PAT UNA SERIE DI PROPOSTE » (VIDEO)

Trentino in Azione si schiera con l’opposizione nella richiesta di chiarezza alla giunta provinciale.

Da tempo chiediamo che i dati sull’emergenza covid-19 vengano resi pubblici con rapidità e trasparenza. Abbiamo segnalato in numerose occasioni come tra i numeri reali e quelli comunicati alla Protezione Civile abbiano delle significative discrepanze. In particolare si rileva come ci sia una differenza di 54079 unità tra il numero di tamponi effettuati e dichiarati dalla Provincia e il numero di tamponi che rientra nei conteggi ufficiali con i quali vengono attribuite le fasce di rischio. Come rileva i Monia Zuntini del Tavolo Sanità, infatti il Trentino rientra ancora tra le aree con la maggiore rapporto tra posti occupati e posti disponibili in terapia, a testimoniare come la situazione non sia rosea come quella che la zona gialla lascerebbe pensare.

Proprio domenica 24 gennaio il Gruppo Sanità di Azione ha trasmesso live (disponibile sulla pagina Facebook di Trentino in Azione) un confronto con il professor Davide Bassi mettendo alla luce come i numeri legati ai contagi non tornassero da molti punti di vista. Oltre a voler conoscere le ragioni della “mancanza” contabile dei test effettuati, è fondamentale capire quanti fossero risultati positivi e di conseguenza quanto hanno inficiato le valutazioni inerenti alla classificazione del Trentino.

“Confermiamo quindi” ribadisce Massimiliano Mazzarella membro del Comitato Promotore Trentino “di essere favorevoli ad una commissione di inchiesta che faccia finalmente luce sui numeri e allontani definitivamente il dubbio che stia cercando di nascondere i numeri a danno dei cittadini. Oggi più che mai è fondamentale che si apra un confronto costruttivo tra maggioranza e opposizione per poter trarre il maggior beneficio da idee provenienti da qualsiasi area politica dando valore all’autonomia del nostro Trentino. Come Azione presenteremo a breve una serie di proposte che speriamo vengano ascoltate e prese seriamente in esame dalla Giunta Provinciale e non messe in un cassetto come ahinoi è drammatica prassi”.