News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

AUTOSTRADA BRENNERO SPA – A 22 * BRENNERLEC: « PREMIATO “PROGETTO DEL MESE” DAL MINISTERO DELL’AMBIENTE, “RICADUTE POSITIVE SU CONGESTIONE TRAFFICO ED EMISSIONI INQUINANTI” »

Scritto da
12.34 - giovedì 07 maggio 2020

Per BrennerLec è arrivato anche il riconoscimento ministeriale. Il Ministero dell’Ambiente, infatti, lo ha indicato come “Progetto del mese” di aprile descrivendo il duplice risultato conseguito nel ridurre i tempi di percorrenza e migliorare al contempo le condizioni ambientali. “Non capita tutti i giorni che una concessionaria autostradale riceva un attestato di questo tipo dal Ministero dell’Ambiente – osserva l’Amministratore Delegato di Autostrada del Brennero, Diego Cattoni – Considero un risultato davvero eccellente essere riusciti a ridurre i tempi di percorrenza di chi viaggia riducendo, al contempo, l’inquinamento. È la dimostrazione che le soluzioni ai problemi si trovano avendo il coraggio di innovare, una dote che in Società non manca”. “Una Società figlia del territorio deve dimostrare attenzione al territorio – commenta il Presidente Hartmann Reichhalter – Siamo consapevoli che i trasporti offrono indubbie opportunità economiche, ma che possono anche produrre disagi, su tutta la tratta e specialmente nelle vallate dell’Alto Adige. Il nostro compito deve essere garantire le opportunità e combattere i disagi. Per questo motivo dobbiamo andare avanti in questa direzione e trasformare questo progetto in realtà”.

BrennerLec è un progetto sperimentale in corso tra Bolzano nord e Rovereto sud (90 km) che si inserisce  nel programma “LIFE” dell’Unione europea e che vede la partecipazione di diversi soggetti: l’Appa di Bolzano, l’Appa di Trento, l’Università di Trento, Cisma e Noi Techpark. Autostrada del Brennero coordina il progetto che, in estrema sintesi, si prefigge di fluidificare il traffico e ridurre le emissioni inquinanti attraverso una gestione dinamica della velocità, un approccio proattivo alla gestione del traffico autostradale che mira a modulare le velocità medie dei veicoli per ottimizzare i tempi di percorrenza e ridurre le emissioni inquinanti inutilmente prodotte dal susseguirsi di accelerazioni e frenate tipico delle condizioni di traffico intenso. “La chiave del progetto e il suo straordinario valore – commenta il Direttore Tecnico Generale, Carlo Costa, che ha seguito BrennerLec dalla sua gestazione – sta proprio nell’uscire dalla contrapposizione spesso sterile tra ambiente e tecnica, dimostrando ad esempio in questo caso che si può aumentare l’efficienza di un’autostrada diminuendo l’inquinamento prodotto dai veicoli che la percorrono”.

Si tratta di un aspetto sottolineato anche dalla relazione ministeriale (https://www.minambiente.it/pagina/progetti-del-mese-0) nella quale, tra le altre cose, si legge: “L’implementazione del sistema semiautomatico di gestione del traffico ha consentito di ottimizzare la gestione dinamica dei limiti di velocità con ricadute positive sulla riduzione delle situazioni di traffico congestionato e di conseguenza sulle emissioni di inquinanti”. BrennerLec ha dimostrato che a fronte di una riduzione della velocità  media di circa 15 km/h si determina una riduzione media delle concentrazioni di biossido di azoto pari a circa il 10%. Il confronto dei tempi di percorrenza tra Trento centro e Rovereto sud in due giornate di traffico intenso prima senza (37.216 veicoli transitati) e poi con i limiti dinamici di velocità (39.656 veicoli) hanno portato a un calo dei tempi di percorrenza del 34% (da 35 a 23 minuti), con una diminuzione delle ore complessive di turbativa da 9 a 7 (-22%).

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.