News immediate,
non mediate!

ASSOCIAZIONE RESTART * IN MEMORIA DI MEGALIZZI E CATTANI: CONZATTI, « TRENTO CITTÀ EUROPEA DEDICHI UN LUOGO AD ANTONIO E UNA SALA DI BIBLIOTECA A PIERGIORGIO »

Scritto da
17:20 - 28/11/2020

Oggi la conferenza stampa con la senatrice Donatella Conzatti, la sorella di Antonio Megalizzi e il fratello di Piergiorgio Cattani

Trento, città europea, dedichi un luogo ad Antonio Megalizzi e una sala di una biblioteca a Piergiorgio Cattani. Il primo per il suo impegno a livello europeo e il secondo per il respiro di livello internazionale.

La richiesta è dell’associazione culturale Restart, fondata 5 anni fa dalla senatrice Donatella Conzatti. “Chiediamo che la città di Trento, su scelta del Consiglio Comunale, abbia due luoghi nei quali le persone possano sedersi per guardare e riflettere sul futuro. Chiediamo che anche le generazioni future possano interrogarsi su chi fossero Antonio Megalizzi e Piergiorgio Cattani. Ci mancherà la loro intelligenza, la loro voglia di futuro, il loro coraggio”.

Oggi la conferenza stampa, in diretta Fb, ha visto la partecipazione della senatrice Conzatti; Riccardo Lucatti, presidente di Restart; Roberto Sani, membro del direttivo; Fabio Pipinato socio Restart; Claudia Merighi, grande amica di Piergiorgio Cattani; Giovanni Battista Cattani, fratello di Piergiorgio e Federica Megalizzi, sorella di Antonio.

“Grazie per questa iniziativa – ha detto Giovanni Battista Cattani – Il desiderio di Piergiorgio era quello di migliorare la Terra. Viviamo tutti sotto lo stesso cielo, diceva spesso, e questa sua apertura oggi ci viene restituita anche nell’affetto delle tante relazioni positive che negli anni ha costruito. L’affetto per Piergiorgio è davvero tanto”.

Federica Megalizzi ha ricordato l’impegno della Fondazione Megalizzi nel portare avanti valori come la ricerca della verità, del dialogo, del confronto. “A pochi giorni dall’anniversario della sua morte – ha detto la sorella di Antonio – è importante non ci si limiti a commemorare, ma si continui a costruire in sua memoria”.

Antonio Megalizzi fu ucciso un paio d’anni assieme al collega Bartosz Orent-Niedzielski nell’attentato terroristico di Strasburgo l’11 dicembre 2018. Il giovane reporter inseguiva il sogno di un’Europa giusta, libera e unita nella diversità, attraverso la sua passione per la verità.

Piergiorgio Cattani affetto da una malattia degenerativa, si è invece spento nella sua abitazione domenica 8 novembre mentre stava scrivendo l’ennesimo articolo per l’ennesima rivista. Il plurilaureato giornalista, militante e politico Cattani spaziava dalla filosofia alla politica internazionale con competenza. Nel tempo delle fake news e della politica affidata troppo spesso ad improvvisati è importante fare memoria costruttiva di coloro che approfondiranno i temi.

Il filosofo Piergiorgio Cattani scrisse, dopo l’attentato di Strasburgo: “avevamo bisogno di persone come Antonio. Il Trentino, l’Italia ne hanno bisogno. Persone capaci di guardare oltre il confine della propria autosufficienza. Antonio era un giornalista. Antonio aveva le idee chiare anche in politica. Chi spera in una Europa non sovranista, non nazionalista, deve guardare al suo esempio. Antonio rimarrà nei cuori di chi l’ha incontrato. Sarà un esempio da seguire per chi immagina un mondo aperto al futuro, un’Europa vicina ai cittadini, un progetto politico basato sui diritti, la libertà, l’amicizia tra i diversi. Un’Europa con il sorriso di Antonio”.

“Restart chiede all’amministrazione comunale di Trento che si dedichi uno spazio ad Antonio Megalizzi e Piergiorgio Cattani – ha concluso Conzatti – e questa richiesta prossimamente verrà portata in Consiglio Comunale”.

Categorie Articolo:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.