VIDEONEWS & sponsored

(in )

ARCO (TN) * SPETTACOLO: « VENERDÌ 28 AGOSTO ALLE 20.45 IL CONCERTO DI MARCO MANDOLINI E GLI ARCHI DELL’ORCHESTRA HAYDN, INGRESSO LIBERO »

Venerdì 28 agosto alle 20.45 nel salone delle feste del Casinò municipale si svolge il concerto di Marco Mandolini, maestro concertatore, con gli archi dell’orchestra Haydn. Ingresso libero (fino all’esaurimento dei posti disponibili), prenotazioni su Evenbrite.

Lo spettacolo è proposto nell’ambito di «Haydn’s Summer», la stagione estiva di concerti dell’orchestra Haydn con gli ensemble di archi e fiati. Oltre trenta appuntamenti in location straordinarie, con direttori conosciuti dal pubblico. Tra questi Marco Mandolini, nato a Montréal nel 1968, che ha studiato al conservatorio della sua città con Johanne Arel e Raymond Dessaints, diplomandosi brillantemente in violino e in musica da camera. Premiato in vari concorsi nazionali, ha ottenuto borse di studio governative in Québec e in Olanda.

Si è perfezionato al conservatorio di Utrecht (Olanda), conseguendo il diploma sotto la guida di Philippe Hirschhorn, all’Accademia Mozart di Praga e alla Hochschule für Musik und darstellende Kunst di Vienna con Günter Pichler. Ha seguito corsi di perfezionamento con Boris Belkin all’Accademia Chigiana di Siena, con Viktor Liberman, Gerhard Schulz e con il quartetto Alban Berg.

È stato membro della European Community Chamber Orchestra e della Wiener Kammerorchester (1995-1997). In qualità di spalla dei primi violini ha collaborato con l’orchestra del teatro comunale di Bologna, l’orchestra del teatro lirico di Cagliari, l’Orquesta Filarmónica de Gran Canaria, l’Orquesta Sinfónica de Galicia (Spagna), l’orchestra del teatro alla Scala e la Filarmonica della Scala di Milano nonché l’orchestra del teatro La Fenice di Venezia, suonando con direttori quali Riccardo Chailly, Daniele Gatti, Valery Gergiev e Peter Eötvös. Dal 1997 Marco Mandolini è spalla dei primi violini dell’orchestra Haydn di Bolzano e Trento, con la quale è apparso numerose volte come solista e primo violino concertatore.

 

*

Il programma
Gioachino Rossini
Sonata a quattro no 1 in sol maggiore

Franz Schubert
Cinquedanze tedesche con coda e 7 trii D. 900

Felix Mendelssohn-Bartholdy
Sinfonia per archi n. 2 in re maggiore

Gustav Holst
St. Paul’s Suite, op. 29/2