TAR - TRENTO: FOCUS SENTENZA CHIUSURE DOMENICALI PAT
Intervista al dottor Fulvio Rocco
Presidente Tribunale amministrativo regionale Trento

Il tradizionale concerto dell’Assunta, organizzato dal Comune di Arco in collaborazione con la Parrocchia di Santa Maria Assunta, vedrà protagonista l’ensemble vocale e strumentale Arco Antiqua diretto dal maestro Guido Trebo in un concerto che si terrà venerdì 14 agosto nella chiesa Collegiata con inizio alle 20.45. Per l’occasione sarà presentato un programma legato alla riscoperta di «Lilia Sacra», un antico volume stampato a Venezia nel 1618.

Il direttore dell’esecuzione ha curato la nuova edizione delle musiche che sono originariamente conservate alla Biblioteca della Musica a Bologna e a quella di Regensburg. Si tratta di un volume con alcune composizioni su testo biblico tratto dal Cantico dei Cantici, scritte da alcuni giovani studenti della scuola accolitale di Verona guidati da Stefano Bernardi (1580-1637). Tra di essi spicca un giovanissimo ma già talentuoso Pietro Verdina (1600 c.-1643), musicista che diventerà molto importante ricoprendo il ruolo di maestro di cappella dell’Imperatore Ferdinando II.

L’evento sarà introdotto dallo storico Romano Turrini, mentre l’esecuzione sarà affidata a un terzetto vocale composto dal soprano Giuseppina Perna, dal contralto Benedetta Mazzucato e dallo stesso Guido Trebo nella parte di tenore, sostenuti da un ensemble strumentale in cui spiccano la violista da gamba Silvia de Rosso e i flautisti Luca Ventimiglia e Fabiano Martignagno. Al cembalo si esibirà Gabriele Levi. Gli artisti suoneranno, come di consueto per Arco Antiqua, su strumenti originali o copie fedeli, con profondo rispetto nei confronti della prassi esecutiva seicentesca, utilizzando diapason e temperamento adeguati.

Causa l’emergenza sanitaria, la prenotazione è completamente gratuita ma obbligatoria, all’indirizzo:

 

*

Lilia Sacra

Octo de veronensibus gymnasii acolytorum alumnis decerpta ternis vocibus
modulanda una cum basso continuo pro organo.
Giacomo Vincenti, Venezia 1618 – RISM: B/I 1618; 5

Magino de Magis (XVII sec.)
Osculetur me osculo oris sui [Cantico dei Cantici 1:1]

Giulio Fanni (XVII sec.)
Trahe me post te [Cantico dei Cantici 1:3]

Simpliciano Tedeschi (XVII sec.)
Nigra sum [Cantico dei Cantici 1:4]

Gregorio Bertagnoli (XVII sec.)
Indica mihi quem [Cantico dei Cantici 1:6]

Pietro F. Vardina (ca.1600-1643)
Canzon prima

Francesco Padoano (XVII sec.)
Ego Flos campi [Cantico dei Cantici 2:1]

Domenico Anselmo (XVII sec.)
Introduxit me Rex [Cantico dei Cantici 2:4]

Gregorio Bertagnoli
Surge propera amica mea [Cantico dei Cantici 2:13]

Francesco Padoano
In lectuolo meo [Cantico dei Cantici 3:1]

Domenico Anselmo
Anima mea liquefacta est [Cantico dei Cantici 5:6]

Magino de Magis
Pulchra es amica mea [Cantico dei Cantici 6:3]
Veni dilecte mi [Cantico dei Cantici 7:11]

Pietro Francesco Vardina
Canzon seconda
Ecce Maria [Antifona, da Gv. 1:29]
Surge propera amica mea [Cantico dei Cantici 2:13]

Interpreti:
Giuseppina Perna, soprano; Benedetta Mazzucato, contralto
Luca Ventimiglia, Fabio Martignago, flauti
Silvia de Rosso, viola da gamba; Gabriele Levi, clavicembalo
Guido Trebo, direttore

Introduce l’evento: Romano Turrini

Luci e regia: Michele Schenato

 

*

Foto fornite dall’ensemble Arco Antiqua