VIDEONEWS & sponsored

(in )

“ARCO BENE COMUNE” – “RIVA BENE COMUNE” – ASSOCIAZIONE “FUTURA” * ALLEANZE: « PRESENTATA L’UNIONE FRA LE LISTE DELLA SINISTRA AMBIENTALISTA, PRESENTI ULIVIERI – GIRELLI – COPPOLA – GHEZZI – MERIGHI »

Conferenza stampa stamane, presso il Casinò di Arco, con la quale si è sancita l’unione fra le liste della sinistra ambientalista di Arco Bene Comune e Riva Bene Comune con l’associazione “Futura partecipazione e solidarietà”. Oltre al Consigliere Tommaso Ulivieri e all’Assessora Silvia Girelli di ABC sono intervenuti i consiglieri provinciali Lucia Coppola e Paolo Ghezzi e la vicepresidente di Futura Claudia Merighi.

Davanti a una decina di persone simpatizzanti e iscritte e qualche rappresentante politico il Consigliere di Arco Bene Comune Ulivieri ha introdotto l’incontro ricordando la vicinanza tra le formazioni politiche locali e quella provinciale che hanno gli stessi orizzonti valoriali e programmatici; sottolineando l’efficacia dell’azione dei rappresentanti di Futura in Consiglio provinciale nel cercare di contrastare le destre al governo in Piazza Dante. Il consigliere di Arco ha quindi focalizzato i due ambiti di azione politica – quello sociale e quello urbanistico-ambientale – dove si è agito e si continuerà ad agire, evidenziando la necessità di mantenere radicalità nell’attenzione all’ambiente, anche attraverso il “conflitto dialettico” all’interno di una coalizione di centrosinistra non sempre sufficientemente ricettiva.

Lucia Coppola ha ricordato la presenza dei Verdi dentro ABC e RBC (d’ora in avanti ABC-Futura e RBC-Futura) e – nel ringraziare Ulivieri per le prese di posizione in dissenso all’interno della maggioranza arcense rispetto ad alcune delibere urbanistiche ecologicamente impattanti – ha auspicato la connessione con le realtà associative sensibili a queste tematiche, anche in considerazione dell’atteggiamento antiecologista della Giunta provinciale. Una posizione che dovrebbe indurre al massimo dell’unità nelle coalizioni che la vogliono contrastare almeno a livello comunale.

Paolo Ghezzi ha detto che è proprio la bella locuzione “bene comune” ciò che manca alla attuale linea di governo provinciale, dove il “fugattismo” persegue lo stesso modus operandi propagandistico del Capitano Salvini nell’avocare a sé capacità decisionali che travalicano il costituzionalmente corretto. Ha proseguito lodando Tommaso (Ulivieri ndr) perché, in solitudine, si è preso carico di rappresentare l’anima di Futura in un contesto difficilissimo come quello di Arco, compendiando le necessità di tenere salde le istanze ambientaliste dentro una coalizione di governo ma senza scadere in atteggiamenti “profetici e arrabbiati” che non portano a nulla perché esulano dalla “fatica della politica, che prevede lo stare dentro i processi e le contraddizioni”.

Claudia Merighi ha portato i saluti del presidente Piergiorgio Cattani e ha voluto ringraziare il Comune di Arco per aver partecipato – proprio con Ulivieri come delegato – all’iniziativa milanese del 10 dicembre, che ha visto la partecipazione di 600 sindaci a fianco di Liliana Segre contro il linguaggio d’odio e per la memoria. Con questa e altre prese di posizione – ha proseguito – Arco ha dimostrato che oggi è necessario decidere di stare dalla parte dell’antifascismo, della memoria e della non violenza.

Infine l’assessora alle politiche giovanili e sociali e all’ambiente Silvia Girelli, anche in qualità di consigliera delegata dal consorzio dei Comuni nel Forum per la Pace, ha puntato i fari sul mondo della solidarietà internazionale e sulle politiche dei tagli che stanno mettendo in difficoltà cooperative ed enti benemeriti come il Cinformi e il Centro per la cooperazione internazionale. Tagli che si ripercuotono sull’occupazione di centinaia di trentini.

Fugatti e questa Giunta – ha chiosato Ghezzi – sono refrattari a tutto ciò che odora di solidarietà e cooperazione. Per loro sono termini che rimandano all’assistenzialismo e quindi intralciano la loro propaganda permanente.

 

*

Tommaso Ulivieri