Si è tenuta giovedì sera presso il Teatro dell’oratorio di Pieve l’Assemblea Generale Straordinaria e Ordinaria dei Soci ApT. L’incontro, oltre alla consueta relazione del Presidente e all’approvazione del Programma Operativo e Bilancio Preventivo per il 2020, aveva valenza straordinaria riguardo alla modifica dello statuto sociale dell’Azienda. L’Assemblea, che ha visto la partecipazione di un nutrito numero di soci (117 presenti a cui si aggiungono 94 deleghe) ha approvato all’unanimità, alla presenza di un notaio, la modifica dello Statuto che prevede in modo particolare la riduzione del numero dei consiglieri (si passa da 19 a 13), oltre ad una serie di tanti piccoli aggiornamenti di natura tecnica sul testo dello stesso.

L’incontro è proseguito con la relazione del Presidente Antonio Stompanato che ha voluto ringraziare i presenti, tra cui l’Assessore all’artigianato, commercio, promozione, sport e turismo Roberto Failoni e i rappresentanti delle amministrazioni comunali e della Comunità di Valle per il significativo apporto, la collaborazione e la disponibilità mostrate in questi ultimi tre anni. Il Presidente si è poi soffermato sui risultati raggiunti in questa stagione estiva, molto positivi e in linea con il trend delle precedenti stagioni. In particolare ha voluto sottolineare come la nostra sia stata una delle poche ApT di tutto il Trentino ad avere numeri positivi in tutti i mesi di questa stagione estiva, da maggio a ottobre.

Il Presidente ha inoltre rivolto un invito a tutti gli operatori del territorio ad osare di più al fine di valorizzare le peculiarità del territorio e dare il giusto valore al nostro prodotto turistico, anche attraverso un innalzamento dei prezzi, per portare alle aziende maggiori ricavi e quindi maggiori possibilità di investimento. Questo perché, senza un giusto valore ai servizi offerti, c’è il rischio di squalificare innanzitutto le strutture e parimenti il territorio, vanificando qualsiasi sforzo promozionale di Apt, Trentino Marketing e di tutto l’apparato Provinciale e Comunale. Il presidente ha voluto poi ringraziare i Comitati turistici locali e le pro-loco e tutto il mondo del volontariato, fondamentali nel supporto ai numerosi eventi organizzati nel corso dell’anno. Stompanato ha voluto concludere con un auspicio a collaborare ancora allo stesso modo remando tutti nella stessa direzione per poter raggiungere gli obiettivi prefissati.

L’Assessore all’artigianato, commercio, promozione, sport e turismo Roberto Failoni è intervenuto nella parte ordinaria dell’Assemblea cogliendo l’occasione per anticipare a grandi linee gli elementi principali della riforma in una sorta di prima assoluta per gli operatori turistici di Primiero, dopo i primi step di presentazione già realizzati nei giorni precedenti con il video su Facebook e nelle riunioni apposite con i Presidenti di ApT e il Tavolo Azzurro, confrontandosi con i presenti in sala. Tra i passaggi più significativi dell’intervento sicuramente la conferma che l’ApT locale non sarà tra quelle considerate per eventuali accorpamenti territoriali (notizia che ha naturalmente suscitato l’approvazione dei presenti in sala) e resterà dunque autonoma.

Per quanto concerne il lavoro sul prodotto si troverà invece probabilmente a dialogare all’interno dell’agenzia territoriale con le vicine realtà di Fiemme e Fassa, pur rimanendo distinti in linea di massima i fondi raccolti da ciascun territorio, salvo intese condivise su iniziative comuni. L’Assessore ha inoltre ribadito in maniera esplicita il sostegno della Giunta Provinciale al progetto del collegamento col Passo Rolle che auspica possa concludere l’iter autorizzativo entro fine anno a seguito delle ultime modifiche richieste dai vari servizi competenti nei giorni scorsi. Una tappa che il territorio vede ormai vicina, proprio in virtù della piena condivisione espressa anche a livello provinciale come elemento di svolta l’intero territorio in ottica di sviluppo turistico. L’Assessore ha inoltre riconosciuto all’ApT locale la bontà delle novità introdotte con la modifica del nuovo Statuto, in particolare si è congratulato per le scelte compiute in relazione alla riduzione del numero dei consiglieri e all’introduzione dell’obbligo di formazione per i candidati alla carica di amministratori nel Cda dell’Azienda.

Al termine dell’intervento dell’Assessore Failoni Si è poi passati attraverso la spiegazione del Direttore Manuel Corso all’esame del regolamento dei criteri di contribuzione per l’anno 2020 e il successivo esame del Programma operativo e del Bilancio Preventivo per il 2020, entrambi approvati all’unanimità dall’Assemblea, che si riunirà nuovamente per eleggere il nuovo consiglio ad aprile 2020.