CONSIGLIO PROVINCIA AUTONOMA TRENTO - CORECOM

Intervento del Presidente Marco Sembenotti

(Comitato per le Comunicazioni del Trentino)

“Ècon un senso di profonda condivisione che quest’oggi – nell’ambito della discussione in Aula sul Ddl 53 sulla Riforma del Turismo – sono intervenuta per esprimere appoggio ad un provvedimento che reputo di vitale importanza non “solo” per il comparto turistico, che esso va chiaramente disciplinare, ma per tutto il Trentino.

A tal proposito, nel corso del mio intervento, ho espresso apprezzamento per vari elementi di questa Riforma, volta ad offrire una nuova visione sia del marketing turistico sia del paradigma turistico, con una messa al centro dell’ospite non solo in fase promozionale ma anche nel corso del suo soggiorno, così sostituendo un «turismo dell’attrattività» con un «turismo dell’esperienza».

Coltivare un «turismo dell’esperienza» – con i turisti di fatto già sempre più social e pronti a condividere in Rete foto, brividi ed emozioni – significa far sì che i turisti possano poi anche ritornare in Trentino, se si sono sentiti seguiti e coccolati. In Aula mi sono poi soffermata sul tema della mobilità, interna ed esterna al nostro territorio e della sostenibilità, mediante progetti strategici e di sinergia tra l’utilizzo dei treni e dell’aeroporto Catullo.

Nello specifico ho auspicato come, attraverso l’aeroporto Catullo – in particolare tramite la nuova governance della società scaligera -, possano essere avviati nuovi contatti, pacchetti e collaborazioni per semplificare la vita al turista, offrendogli un servizio migliore e più completo.

Dato poi che la Riforma del turismo pone al centro il turista, le sue aspettative, i suoi desideri e le sue necessità, nel corso del mio intervento ho inoltre fatto un esplicito richiamo all’importanza di prestare attenzione ad una categoria di turisti che io amo definire“speciali”: le persone diversamente abili e le loro famiglie. Molte strutture ricettive si sono già attrezzate al riguardo, sia rimuovendo barriere architettoniche e rendendole maggiormente accessibili di quanto non fossero sino a qualche anno fa, sia attraverso attenzioni nei confronti di una disabilità di tipo intellettivo.

Tuttavia, è anche vero che molto lavoro resta da fare su questo versante. Anche perché sarebbe inutile sviluppare un ragionamento su un rinnovato concetto di ospitalità, se poi alcuni ospiti non fossero considerati nella globalità, talvolta speciale, delle loro esigenze. Ho detto tale richiamo affinché questa necessaria Riforma del Turismo possa essere l’occasione per una trasformazione vasta, profonda e duratura sotto ogni aspetto e possa portare grandi e importanti benefici al nostro territorio in termini morali, civili, culturali ed economici ”

È quanto affermato in una nota dal Consigliere provinciale della Lega Salvini Trentino Alessia Ambrosi.