News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

AMBROSI (FDI – TRENTINO) * LOTTA AL COVID: « TAMPONI SALIVARI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI “SENTINELLA”, PER LIMITARE LA DIFFUSIONE DEL VIRUS ED IL RICORSO ALLA DAD »

Scritto da
10.14 - martedì 21 dicembre 2021

Lotta al Covid – Ambrosi (Fratelli d’Italia): “Tamponi salivari nelle scuole per evitare la Dad”.

Lo Stato, d’intesa con ISS e Regioni/Province autonome, ha avviato a settembre il piano di monitoraggio del Covid con i tamponi salivari negli istituti scolastici detti “sentinella” per limitare la diffusione del virus e il ricorso alla Dad. In Trentino il monitoraggio è stato presso tre istituti comprensivi (per un totale di 14 scuole): Trento 7, con i plessi di Gardolo, Meano e Vigo Meano, Aldeno-Mattarello e Povo-Villazzano. A due mesi dall’inizio delle rilevazioni è ora possibile effettuare un primo bilancio sull’andamento del piano di monitoraggio in base a un campione statisticamente significativo a livello provinciale:

o il numero complessivo di tamponi salivari effettuati presso gli istituti coinvolti in Trentino è di 3.460;

o in 20 casi è stata riscontrata la positività al virus (pari allo 0,58% rispetto al totale dei tamponi eseguiti);

o in 6 turni di rilevazione (a cadenza quindicinale) sono stati invitati a partecipare allo screening 5.924 soggetti, con un soddisfacente tasso di adesione pari al 58%.

Nelle ultime settimane il Covid ha mostrato un’incidenza maggiore sulle fasce più giovani della popolazione, che deve quindi essere oggetto di attento monitoraggio. La Provincia autonoma di Trento, forte della collaborazione con il Cibio, potrebbe dunque estendere l’attività di screening con i tamponi salivari ad ulteriori istituti scolastici per potenziare l’attività di tracciamento del virus (richiesta ripetutamente anche dall’UE) e prevenire il ricorso alla didattica a distanza, tutelando contestualmente anche il personale docente, che risulta particolarmente esposto al contagio in una fase in cui l’incidenza dei contagi nelle fasce più giovani della popolazione è in aumento.

Anche con l’entrata in vigore dell’obbligatorietà vaccinale per il personale scolastico a partire dal 15 dicembre, tuttavia non va sottovalutata la possibilità che i docenti, quotidianamente a stretto contatto con decine di alunni, fungano da vettore per la trasmissione del virus all’interno dei propri nuclei familiari; i tamponi salivari in questo caso potrebbero rappresentare un elemento di sicurezza e controllo aggiuntivo rispetto alla vaccinazione. Evitare la Dad vorrebbe dire evitare di aggravare lo stress psicologico sulle nostre figlie ed i nostri figli, già provati da due anni di socialità limitata, ed evitare ulteriori interventi di sostegno economico per i genitori che dovrebbero trovare il modo di coniugare il proprio lavoro con la gestione del figlio in Dad.

A tal fine ho depositato una proposta di mozione per estendere l’attività di monitoraggio mediante tamponi salivari presso ulteriori istituti scolastici rispetto a quelli attualmente interessati dal Piano per il monitoraggio della circolazione di SARS-CoV-2 nelle scuole, valutando inoltre la possibilità di sottoporre anche il personale docente allo screening.

Infine, il monitoraggio potrebbe essere esteso all’ambito delle attività sportive e ludico-ricreative, che per i giovani rappresentano importanti momenti di aggregazione e socialità, e devono dunque proseguire in sicurezza, per la tutela della propria salute e di quella dei loro familiari.

*

Alessia Ambrosi
Gruppo Fratelli d’Italia

 

Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Scarica PDF

 

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.