VIDEONEWS & sponsored

(in )

AIFIM – ASSOCIAZIONE ITALIANA FISICA MEDICA * LETTERA A PRESIDENTI ORDINI – SPECIALIZZANDI: « NECESSARIO APPIANARE LA DISCRIMINAZIONE FRA PROFESSIONI SANITARIE MEDICHE E NON MEDICHE »

No alle professioni di serie A e di serie B. Farmacisti, biologi, fisici medici, uniti contro la discriminazione.

I rappresentanti degli specializzandi in Fisica Medica, Biologia e Biotecnologia, e Farmacia Ospedaliera, hanno recentemente inviato una lettera al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro della Salute, al Ministro dell’Università e della ricerca, al Ministro dell’Economia e delle Finanze, e ai Presidenti degli Ordini delle Professioni non mediche per sottolineare la necessità e l’urgenza di appianare una discriminazione cui finora non si è posta la dovuta volontà risolutiva: quella fra professioni sanitarie mediche e non mediche.

Nonostante il loro più sincero apprezzamento per quanto recentemente fatto attraverso alcuni emendamenti del Decreto Rilancio, le professioni sanitarie non mediche richiedono al Governo un ulteriore impegno al fine di riconoscere pari dignità tra tutte le professioni sanitarie. L’intervento richiesto al Governo, infatti, consiste nell’estensione a tutte le professioni sanitarie non mediche (fisici, farmacisti, biologi, chimici, psicologi, odontoiatri, veterinari) di contratti di formazione specialistica, come fra l’altro recentemente raccomandato anche dal Consiglio Universitario Nazionale.

La loro speranza è che soprattutto alla luce dell’importanza del ruolo da loro ricoperto in questa situazione di emergenza sanitaria, in prima linea accanto al personale medico, il Governo riconosca la necessità di supportare la formazione di queste professioni.

 

*

A: Dott.ssa Nausicaa Orlandi
[email protected]

On. Andrea Mandelli
[email protected]

On. Vincenzo D’Anna
[email protected]

Dott. David Lazzari
[email protected]

Dott. Filippo Anelli
[email protected]

Dott. Gaetano Penocchio
[email protected]

e p.c.: Presidente del Consiglio dei Ministri
[email protected]

Ministro della Salute
[email protected]

Ministro dell’Università e della Ricerca
[email protected]

Ministro dell’Economia e delle Finanze
[email protected]

11 ottobre 2020

OGGETTO: Contratti di formazione specializzazioni non mediche

Egr.i Presidenti Ordini Professioni Sanitarie non mediche,

con la presente desideriamo porre alla Vostra autorevole attenzione la necessità e l’urgenza di appianare una discriminazione cui finora non si è posta la dovuta volontà risolutiva: quella fra professioni sanitarie mediche e non mediche.

A tal proposito abbiamo più volte sensibilizzato il Governo ed esprimiamo profondo apprezzamento per quanto recentemente fatto attraverso alcuni emendamenti al Decreto Rilancio. Tuttavia ciò non può bastare.

Per il doveroso riconoscimento di pari dignità è necessario infatti che i contratti di formazione specialistica vengano estesi a tutte le professioni sanitarie non mediche (fisici, farmacisti, biologi,
chimici, psicologi, odontoiatri, veterinari), come fra l’altro recentemente raccomandato anche dal Consiglio Universitario Nazionale.

Alcuni fra Voi hanno già avvertito l’esigenza di perorare questa causa. Tuttavia oggi noi vi “invochiamo” Tutti, affinché tutti insieme esprimiate un parere su questo tema riguardante l’intera nostra categoria.

Con fiducia e ogni osservanza,

 

*

Dr. Davide Gurrera
Rappresentante Specializzandi in Fisica Medica Associazione Italiana di Fisica Medica

Dr. Gianfranco La Bella
Specializzandi Biologi/Biotecnologi Network “B come Biologo – Basta camici di serie B”

Dr. Antonio Pirrone
Presidente Rete Nazionale degli Specializzandi in Farmacia Ospedaliera