News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

AGENZIA INTERNAZIONALE ENERGIA ATOMICA (AIEA) * UCRAINA: GROSSI, « LE FORZE RUSSE HANNO LASCIATO LA CENTRALE NUCLEARE DI CHORNOBYL, CONFERMATO OGGI IN RUSSIA A KALININGRAD »

Scritto da
19.50 - venerdì 01 aprile 2022

Il Direttore Generale dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica (AIEA), Rafael Mariano Grossi, ha incontrato oggi il Direttore Generale di Rosatom Alexey Likhachev e altri alti funzionari russi a Kaliningrad e poi è tornato alla sede dell’AIEA a Vienna dove ha tenuto una conferenza stampa. Ciò ha fatto seguito alle sue discussioni dettagliate all’inizio della settimana con alti funzionari del governo ucraino presso la centrale nucleare dell’Ucraina meridionale (NPP) sulle misure concrete che devono essere adottate per fornire assistenza tecnica urgente per la sicurezza nucleare in Ucraina.

L’Ucraina ha informato l’AIEA che tutte le forze russe hanno lasciato la centrale nucleare di Chornobyl, e ciò è stato confermato dai funzionari russi nella riunione di oggi a Kaliningrad. L’Ucraina non ha ancora segnalato alcuna rotazione del personale presso la centrale nucleare di Chornobyl dal 20 al 21 marzo.

Il Direttore Generale Grossi intende dirigere una missione di assistenza e supporto dell’AIEA alla centrale nucleare di Chornobyl il prima possibile. Sarà la prima di una serie di tali missioni di sicurezza nucleare in Ucraina.

L’AIEA non è ancora stata in grado di confermare i rapporti di forze russe che hanno ricevuto alte dosi di radiazioni mentre si trovavano nella zona di esclusione di Chornobyl.

Dei 15 reattori operativi del paese in quattro siti, l’Ucraina ha affermato che otto erano operativi, di cui due nella centrale nucleare di Zaporizhzhya controllata dalla Russia, tre a Rivne, uno a Khmelnytskyy e due nell’Ucraina meridionale. Gli altri reattori sono chiusi per manutenzione regolare (inclusa l’Unità 2 a Rivne che è stata chiusa di recente), ha aggiunto.

Per quanto riguarda le tutele, l’Agenzia ha affermato che la situazione è rimasta invariata rispetto a quella segnalata in precedenza. L’Agenzia non stava ancora ricevendo la trasmissione di dati a distanza dai suoi sistemi di monitoraggio installati presso la centrale nucleare di Chornobyl, ma tali dati venivano trasferiti alla sede dell’AIEA dalle altre centrali in Ucraina.

 

*

 

The Director General of the International Atomic Energy Agency (IAEA), Rafael Mariano Grossi, today met Rosatom Director General Alexey Likhachev and other senior Russian officials in Kaliningrad and then returned to IAEA’s Vienna headquarters where he held a press conference. This followed his detailed discussions earlier in the week with senior Ukrainian government officials at the South Ukraine Nuclear Power Plant (NPP) on the concrete steps that need to be taken to deliver urgent technical assistance for nuclear safety and security in Ukraine.

Ukraine has informed the IAEA that all Russian forces have left the Chornobyl NPP, and this was confirmed by the Russian officials at today’s meeting in Kaliningrad. Ukraine has not yet reported any staff rotation at the Chornobyl NPP since 20-21 March.

Director General Grossi intends to head an IAEA assistance and support mission to the Chornobyl NPP as soon as possible. It will be the first in a series of such nuclear safety and security missions to Ukraine.

The IAEA has still not been able to confirm reports of Russian forces receiving high doses of radiation while being in the Chornobyl Exclusion Zone.

Out of the country’s 15 operational reactors at four sites, Ukraine said eight were operating, including two at the Russian-controlled Zaporizhzhya NPP, three at Rivne, one at Khmelnytskyy, and two at South Ukraine. The other reactors are shut down for regular maintenance (including Unit 2 at Rivne which shut down recently), it added.

In relation to safeguards, the Agency said that the situation remained unchanged from that reported previously. The Agency was still not receiving remote data transmission from its monitoring systems installed at the Chornobyl NPP, but such data was being transferred to IAEA headquarters from the other NPPs in Ukraine.

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.