VIDEONEWS & sponsored

(in )

ACLI TRENTINE * CONGRESSO: « PER UN FUTURO GENERATIVO DI IDEE, PROPOSTE E VALORI / SABATO 16 GENNAIO DALLE 9.00-18.00 SULLA PIATTAFORMA TEAMS »

Il 28° congresso provinciale delle Acli trentine, previsto nella primavera scorsa e rinviato per via della pandemia, si terrà in modalità online sabato prossimo 16 gennaio ad iniziare dalle ore 9:00.

120 delegati e delegate in rappresentanza dei 17.000 iscritti, dei 60 Circoli territoriali e delle Associazioni specifiche aderenti sono chiamati ad eleggere il nuovo Consiglio provinciale dal quale, nella giornata di sabato 23 gennaio, verrà eletto il Presidente e la Presidenza provinciale che dirigeranno l’organizzazione fino alla primavera del 2024.

Le Acli (vedi scheda allegata) rappresentano un arcipelago di Associazioni e Servizi che spaziano dall’impegno sociale nei confronti dei lavoratori e dei disoccupati, dalla pace allo sviluppo sostenibile, dal turismo all’agricoltura passando per la formazione professionale, i servizi previdenziali e fiscali, l’assistenza e il sostegno alla famiglia, salute e istruzione.
Ogni anno ai servizi delle Acli, presso i 36 recapiti sparsi in tutta la provincia, si rivolgono più di 180.000 utenti. Nei 9 Centri Enaip di formazione professionale sono iscritti oltre 3200 studenti, mentre sono centinaia le iniziative di impegno civile, politico, ambientale, culturale e ricreativo che si svolgono sul territorio.

I temi dell’agenda civile
L’emergenza lavoro resa ancora più difficile dalla pandemia, la crescita delle diseguaglianze e delle povertà, la necessità di approntare un nuovo modello di sviluppo per il Trentino e la sua Autonomia e il ruolo delle Acli in favore della rigenerazione della comunità saranno al centro di questo evento che dovrà gettare le basi per l’azione sociale e dei servizi per il prossimo triennio.

Sul versante interno le Acli sono chiamate ad affrontare la fase di passaggio verso l’Organizzazione civile, vale a dire una struttura che punta ad accompagnare il cittadino/utente per tutta la vita sociale e lavorativa promuovendo servizi mirati alla cittadinanza attiva, alla famiglia e al lavoro con forme di tutela e rappresentanza a 360 gradi.

 

 

*

Nonostante la Pandemia l’attività delle Acli trentine è proseguita a pieno ritmo anche nel corso del 2020.
In alcuni casi, vedi il turismo e la vita associativa (iniziative ricreative, la formazione alla cittadinanza in presenza e altro) l’attività riportata si riferisce, per ovvi motivi, al 2019.

Chi siamo? Siamo un’organizzazione sociale impegnata nella promozione del bene comune, della pace e dello sviluppo integrale della persona secondo i valori del Vangelo, della democrazia e del lavoro.
Al centro della nostra azione sociale ci sono i servizi ai lavoratori e alle lavoratrici, alla famiglia e a tutti i cittadini: giovani e anziani, immigrati e precari, occupati e disoccupati, nonché alle altre categorie professionali e produttive.

Storia: le Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani nascono in tutta Italia al termine della seconda guerra mondiale per dare l’opportunità alle masse operaie e contadine ispirate dai valori cristiani di dotarsi di forme di auto organizzazione sociale per rispondere ai bisogni del lavoro, della previdenza e dell’assistenza sociale, della formazione professionale e della salute, della cultura e del tempo libero.
Le Acli si sono evolute nei decenni successivi testimoniando la vicinanza al mondo del lavoro e a tutti i valori che si riferiscono alla Dottrina sociale della Chiesa e alle pratiche concrete della pace, dell’equo sviluppo e della solidarietà.

Un’associazione di associazioni: l’anima delle Acli affonda nelle associazioni che le compongono. Queste associazioni sono le Acli Terra, i Giovani delle Acli (GA), il Centro Turistico delle Acli (CTA, che si avvale dell’organizzazione tecnica di Acli Viaggi Srl), l’Istituto Pace Sviluppo Innovazione (IPSIA-cooperazione internazionale), la Federazione degli Anziani e Pensionati (FAP), Il Coordinamento donne, Unione sportiva Acli, la Scuola di comunità, il movimento delle Collaboratrici famigliari (Colf).

I numeri:
17.000 tesserati
60 Circoli territoriali
500 volontari
36 sedi e recapiti in tutta la provincia
853 tra dipendenti e collaboratori (cifra che comprende il personale dell’Enaip provinciale)
180.000 utenti e persone incontrate e contattate ogni anno presso i nostri sportelli e servizi

Servizi:
Patronato Acli
CAF Acli (Centro di Assistenza Fiscale)
Acli Viaggi Srl
CAA (Centro di Assistenza Agricola)
Enaip (9 Centri di Formazione Professionale sparsi in tutta la provincia)
Formazione e sviluppo (la cooperativa delle Acli incaricata della formazione al cittadino)

Le nostre relazioni e la nostra capacità generativa:
Il rendiconto di attività riferito al 2019, quindi in un momento storico precedente alla pandemia, le Acli hanno sviluppato 80 iniziative sul territorio fra conferenze, momenti formativi e di informazione, feste popolari, momenti ricreativi manifestazioni culturali.
Sono stati promossi oltre 40 eventi sportivi e di coinvolgimento dei pensionati ed anziani a partire dalla felice esperienza “Due passi con le Acli”.
I progetti di “Ricostruire comunità” della Rotaliana e del Primiero (progetti di rigenerazione dei Circoli a partire da un patto di comunità) hanno coinvolto oltre mille persone.
Nel 2019 l’attività turistica del CTA ha coinvolto oltre 3500 persone per complessivi 115 viaggi e 6 incontri culturali.
Sul versante della cooperazione internazionale Ipsia ha proseguito nei progetti in Bosnia Erzegovina, Serbia, Mali, Kenya, Uganda e Albania.

I numeri dei servizi:
Lavoro e tutele: 4.400 pratiche a tutela dei lavoratori, 1.900 contratti di lavoro domestico, 800 imprenditori agricoli rappresentati, 1.600 aziende agricole assistite.
Accesso alle politiche di welfare: oltre 59.000 persone assistite per ICEF e ISEE. Oltre 65.000 domande di accesso alle misure di welfare (Assegno unico provinciale, Assegno di cura, compartecipazioni socio-assistenziali, Reddito di cittadinanza e assegni sociali, Patti si servizio, Naspi e disoccupazione agricola, Bonus maternità, Assegni per il nucleo famigliare).
Tutele previdenziali e fiscali: oltre 92.000 pratiche reddituali, contabili ed accessorie, oltre 4.000 domande di pensione.

Formazione professionale:
Nei nostri 9 centri Enaip (Ente Nazionale Acli Istruzione Professionale) sono iscritti oltre 3200 studenti. Nell’ultimo anno si sono diplomati o qualificati oltre 780 giovani. 186 adulti sono stati coinvolti in corsi di aggiornamento e riqualificazione.

Formazione alla cittadinanza:
Nel corso del 2019 sono stati organizzati 189 corsi di informatica, inglese, smartphone, ricamo, italiano per stranieri, erbe aromatiche.
Le Acli hanno promosso alcun corsi rivolti alla HACCP e corsi di aggiornamento per Colf e badanti.
Sono state spese oltre 6.000 ore per la formazione e l’aggiornamento dei dipendenti.
Nell’ultimo anno la Scuola di comunità delle Acli ha contribuito alla costituzione di Officina comune, un sodalizio che a Rovereto organizza oltre 40 cittadini e cittadine nello sviluppo di una nuova coscienza civica.

Contatti e News:
www.aclitrentine.it
Recapito unico 0461-277277
Fb: ACLITrentine
Mensile: Aclitrentine (12.000 copie scaricabile su www.aclitrentine.it)

Per seguire il lavori del congresso scrivere a: [email protected] vi manderemo il link di collegamento sulla piattaforma Teams.

 

*

PROGRAMMA 28° CONGRESSO PROVINCIALE ACLI TRENTINE

Trento, 16 gennaio 2021

 

 

1° SESSIONE

8.45 Apertura della piattaforma online;

9.00 Apertura lavori, appello, nomina della Presidenza del Congresso e

Commissioni Congressuali;

Preghiera di apertura;

9.50 Interventi di saluto delle Autorità;

10.00 Relazione del Presidente Provinciale Luca Oliver;

10.30 Apertura dibattito;

11.45 Intervento di Lidia Borzì, rappresentante del Consiglio Nazionale ACLI;

12.00 Approvazione della Mozione Congressuale;

Elezione della quota parte del nuovo Consiglio Provinciale ACLI;

Elezione dei delegati al Congresso Nazionale;

Elezione del rappresentante provinciale in Consiglio Nazionale;

13.00 Chiusura dei lavori della sessione mattutina

2° SESSIONE

ASSEMBLEA CONGRESSUALE DEI PRESIDENTI DI CIRCOLO

15.00 Introduzione organizzativa del Segretario Provinciale;

15.10 Elezione della quota parte di 1/3 del nuovo Consiglio Provinciale di competenza dei Presidenti di Circolo;

15.50 Chiusura dei seggi e dell’Assemblea.

3° SESSIONE

ASSEMBLEA DELLE DELEGATE DONNE

16.00 Introduzione della Responsabile uscente del Coordinamento Donne

Donatella Lucian;

16.20 Apertura dibattito;

17.00 Elezione della quota di competenza del Coordinamento provinciale Donne;

17.30 Chiusura dei seggi e dell’Assemblea.

18.00 Proclamazione di tutti gli eletti e chiusura del 28° Congresso Provinciale